I sindaci dichiarano guerra ai fuochi d’artificio e annunciano: “foto e video a balconi dove si sparerà”

Capodanno senza botti?

Sarà un capodanno senza botti in diverse città italiane e in alcuni Comuni è partita la richiesta alle Forze dell’Ordine di fotografare i balconi e le case dove si deciderà di accendere i fuochi lo stesso: una sorta di “Grande Fratello” per multare i cittadini trasgressori.

A Milano, ad esempio, arriva in queste ore il divieto contenuto nell’ordinanza antismog firmata dal sindaco Giuliano Pisapia che prevede in caso di superamento per 7 giorni consecutivi dei limiti di Pm10, oltre al divieto di circolazione di alcune tipologie di veicoli, anche il divieto di uso e di accensione di fuochi d’artificio, giochi pirici e pirotecnici, petardi e fumogeni che tanto spaventano i migliori amici dell’uomo in occasione dei festeggiamenti di fine anno.

“Un capodanno senza botti ma circondati dall’affetto delle persone a noi più care e dai nostri amici animali, questo dovrebbe essere il miglior modo per salutare e festeggiare l’anno che verrà” è l’auspicio dell’assessora al Benessere e Qualità della Vita Chiara Bisconti per la notte di San Silvestro. “Anche i nostri compagni a quattro zampe – conclude l’assessora in una nota – hanno il diritto di vivere in serenità queste giornate di festa, coniugando divertimento e benessere di tutti.” “Festeggiare senza fuochi pirici e petardi è un piccolo gesto di civiltà e di rispetto per l’ambiente nonchè d’amore verso i nostri amici a quattro zampe ” prosegue il garante per gli animali del Comune di Milano, Valerio Pocar. “Mi auguro – conclude il garante – che questo sia il primo segnale di un rinnovato modo di intendere e vivere i festeggiamenti di capodanno nel segno del rispetto e dell’attenzione per chi ci è vicino ogni giorno come i nostri amici animali.”

Dopo Milano, ma anche Venezia e Torino, pure a Bari fuochi d’artificio vietati per la notte del 31 dicembre. Lo ha annunciato oggi il sindaco del capoluogo pugliese, Michele Emiliano, direttamente sul suo profilo Facebook.

“A furor di popolo – ha spiegato – ho deciso di adottare l’ordinanza che vieta i botti di Capodanno al fine di tutelare la sicurezza delle persone e di altri esseri viventi. Domattina firmerò il provvedimento. E’ chiaro che si tratta di un inizio e che i risultati probabilmente non saranno decisivi. Ma è evidente che Bari deve e può fare questo ulteriore salto di civiltà”.

“L’ordinanza antibotti – ha continuato Emiliano – conterrà la disposizione a tutte le forze dell’ordine di riprendere con telecamere e macchine fotografiche i balconi dei quali partiranno i fuochi elevando le multe nei confronti dei proprietari ed affittuari che autorizzeranno l’uso dei balconi per tale scopo. Le sanzioni ammonteranno a centinaia di euro e costituiranno reato penale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti