L’attaccante della Juve stavolta sembra intenzionato ad accettare il trasferimento in viola: “mi riduco l’ingaggio”

Amauri

L’addio di Gilardino a Firenze lascia un vuoto là in mezzo all’attacco della Fiorentina. Il passaggio del bomber biellese al Genoa potrebbe ora fare un regalo di fine anno alla Juventus.

C’è chi giura che la Fiorentina potrebbe anche non tornare sul mercato e puntare su Jovetic prima punta, ma le uscite del montenegrino nel ruolo di centravanti non hanno convinto.

E allora, con ogni probabilità, arriverà un attaccante che sostituisca Gila. Si parla di Pinilla, di Floccari, di pinco e di pallino, ma alla ribalta in queste ore è tornato pure il nome dell’italo-brasiliano Amauri Carvalho de Oliveira, un pupillo di Corvino già dai tempi in cui il giocatore militava nel Chievo.

Il centravanti della Juventus vive ormai da separato in casa a Torino e ha sempre dichiarato di gradire la piazza di Firenze. E anche oggi lo ha ribadito: “Firenze è una grande piazza – ha detto Amauri – Ho sentito qualcosa, il mio nome accostato alla Fiorentina, così come quello di altri attaccanti. Un conto è una voce, un conto è sedersi e parlare. Gila andrà via e i viola cercheranno una punta. Da parte mia non esistono problemi a trovare un accordo con la Fiorentina, perché per me è una piazza gradita e, lasciando stare il momento attuale, sempre ambiziosa. Accetterei con tanto entusiasmo. La riduzione dell’ingaggio? Non è un problema. Ripeto, da parte mia c’è la massima disponibilità. Ogni volta che il mio nome è stato accostato alla Fiorentina ho sempre mostrato il mio apprezzamento a Firenze. Vediamo se queste voci diventano realtà”.

Ricordiamo che Amauri ha il contratto in scadenza a giugno e che la Juventus sarebbe disposta a cederlo a costo zero pur di liberarsi degli ultimi mesi del suo oneroso ingaggio. La sensazione è che se tra la Fiorentina e Amauri matrimonio deve essere… ora o mai più.

© Riproduzione Riservata

Commenti