Dopo i tradimenti e la fine del matrimonio con Jesse James, l’attrice aveva intenzione di lasciare il cinema

Sandra Bullock

Voleva ritirarsi per l’amarezza di un amore finito. Il divorzio ha messo a dura prova la diva americana Sandra Bullock, tanto che c’è stato un momento in cui, ha pensato che non avrebbe mai più recitato.

«Qualcosa si era rotto per sempre», rivela l’attrice premio Oscar all’Associated Press, nell’intervista infatti parla per la prima volta della fine del suo matrimonio con il produttore di moto Jesse James.

Era il febbraio del 2010 e la Bullock vinceva l’Academy Award per The Blind Side e dal palco ringraziava il marito, con cui era felicemente sposata da cinque anni ma, poche settimane dopo, spuntò la prima amante di James, a cui seguirono le rivelazioni di numerose altre donne.

E’ stato un duro colpo per Sandra Bullock, che ha cercato di ricominciare adottando un bambino, Louis, ma la carriera era l’ultima cosa a cui pensava.

Grazie al regista Stephen Daldry il quale le ha offerto la parte in Molto Forte, Incredibilmente Vicino, tratto dall’omonimo romanzo di Jonathan Safran Foer, l’attrice ha ricominciato a recitare.

Nel film, in uscita il 17 febbraio, la Bullock recita accanto a Tom Hanks e all’esordiente Thomas Horn nei panni di una vedova che perde il marito negli attentati dell’11 settembre.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=AY3l60GuIzI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti