L’attaccante della Fiorentina si trasferisce sotto la Lanterna per 7 mln: Preziosi lo ha preferito ad Amauri

Alberto Gilardino

Alberto Gilardino è il nuovo attaccante del Genoa. Manca solo l’annuncio ufficiale atteso nelle prossime ore.

Secondo fonti vicine alla società si sarebbe ormai arrivati agli ultimi dettagli del contratto che dovrebbe prevedere un impegno di cinque anni.

Contratto quinquennale con ingaggio base fissato a 1,5 milioni di euro, mentre ai viola andrà una cifra intorno ai sette, otto milioni di euro.

La scelta è stata fatta: il grifone ha voluto a tutti i costi Gilardino. Il bomber della Fiorentina è stato preferito ad Amauri della Juve. Perché ha 2 anni di meno, perché comunque dopo l’infortunio al ginocchio è rientrato giocando 10 partite e segnando un gol, mentre l’italobrasiliano da quando è tornato alla Juve dal prestito al Parma non ha più visto il campo e perché Gilardino è uno di quei centravanti d’area di rigore che, anche nei momenti di forma meno brillanti, il gol comunque lo assicura. Amauri, invece, è capace di digiuni lunghissimi e incomprensibili come quello (11 mesi) in cui incappò prima di essere ceduto al Parma. Il suo ultimo gol in campionato con la Juventus lo segnò infatti al Genoa il 14 febbraio 2010 nella partita del rigore scippato da Del Piero (3 a 2 il risultato finale in favore dei bianconeri).

C’era poi anche un risvolto economico non trascurabile. Il cartellino di Gilardino costa 8 milioni (comunque 5 in meno di quanto in estate la Fiorentina ha chiesto sino all’ultimo giorno di mercato), mentre la Juventus, pur di alleggerirsi di un ingaggio pesante (4 milioni netti a stagione), era disposta a cedere Amauri a titolo gratuito. E considerando che il contratto scadrà il 30 giugno 2012 è un risparmio di 4 milioni (2 al giocatore più 2 di tasse).

Ad Amauri il Genoa ha offerto 2 anni e mezzo di contratto a 1,8 milioni, mentre l’attaccante di Carapicuíba ne voleva 2,4. Il Genoa pagherà gli 8 milioni alla Fiorentina, Gilardino ha trovato l’accordo con il club rossoblù per cinque anni a 1,6 milioni netti a stagione.

Gilardino è di Biella e il diesse rossoblù Capozucca, biellese d’adozione, è un amico di famiglia: fu lui che convinse la famiglia ad accettare il trasferimento dalla Cossatese al Piacenza quando il ragazzo aveva solo 15 anni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=dcLS-9JzuE4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti