Basket: Siena, Milano e Cantù saranno protagoniste alle “Top 16”. Martedì alle 13 il sorteggio dei quattro gironi

Sergio Scariolo

Tre squadre italiane alle Top 16 di Eurolega, la massima competizione del basket europeo. Non è un sogno ma è realtà, soprattutto per Milano l’ultima ad aver staccato il pass dopo che nelle scorse settimane ci erano riuscite prima Siena (seconda nel suo girone) e poi Cantù (terza nel suo gruppo dopo la sconfitta ininfluente contro il Fenerbahce).

L’Emporio Armani è riuscita nell’impresa di espugnare la Pionir Arena di Belgrado nell’ultima gara della prima fase battendo il Partizan per 72-66 e ribaltando così il -4 dell’andata.

Una sfida palpitante che si è decisa negli ultimi minuti di gioco dopo che i serbi per i primi due quarti sembravano aver la gara in pugno. Splendido nell’Olimpia Malik Hairston, sempre più leader delle scarpette rosse.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LyLXFTmboMg[/youtube]

Conclusa la regular season di Eurolega, Adesso i riflettori si spostano sul sorteggio che decreterà gli accoppiamenti per le 16 squadre destinate a contendersi il trono del “Vecchio Continente”. L’appuntamento è fissato per il 28 dicembre (diretta alle ore 13 su Sportitalia).

I gironi verranno formati pescando 1 squadra per fascia; non si potranno incrociare squadre dello stesso paese e squadre che si sono già sfidate in regular season. Le prime 2 di ogni girone disputeranno i quarti di finale.

Per l’Emporio Armani Milano un girone perfetto sarebbe quello composto da Fenerbahce, Olympiakos e Unicaja Malaga; altrimenti ci potrebbe essere l’incubo Barcellona o Cska Mosca, insieme al Panathinaikos; messa molto peggio la Bennet Cantù, che soprattutto dalla seconda fascia avrà o Maccabi Tel Aviv o Panathinaikos, mentre dalla prima tutte tranne il Fenerbahce. L’unica italiana che parte favorita per qualificarsi ai quarti di finale è icurametne la Montepaschi Siena.

Ecco un giudizio su tutte le squadre qualificate:

Prima Fascia

Barcellona (*****). E’ la grande favorita di questa edizione di Eurolega; dopo la delusione delle Final Four casalinghe mancate l’anno passato i blaugrana avranno ancora più rabbia

Cska Mosca (*****). Ha vinto tutte e 10 le partite di regular season giocando a tratti in maniera impressionante

Real Madrid (****). E’ cresciuta di partita in partita; il potenziale offensivo fa paura, e ci sono ancora margini di miglioramento

Fenerbahce Istanbul (***). Decisamente la più scarsa di questa prima fascia, quella che tutte vorrebbero incontrare per avere chances importanti di potere avanzare.

Seconda fascia

Panathinaikos Atene (****). Inferiori rispetto all’anno scorso, ma sono sempre i Campioni d’Europa e fanno paura.

Maccabi Tel Aviv (***). Squadra che non ha ancora raggiunto il massimo del suo potenziale, ma francamente non sembra potere raggiungere i livelli degli anni passati.

Montepaschi Siena (****). E’ ancora un cantiere aperto, ma una squadra che batte il Barcellona senza tre titolari non può che essere considerata una delle più pericolose.

Olympiakos Pireo (***). Lontana dai livelli del recente passato, francamente non fa troppa paura, decisamente la più morbida della seconda fascia.

Terza fascia.

Efes Pilsen Istanbul (**). Squadra temibile, che però ha dimostrato parecchi limiti, difficile che possa raggiungere i quarti di finale.

Unics Kazan (**). Non sarà facile andare a giocare a Kazan, formazione che potrebbe diventare pericolosa.

Unicaja Malaga (**). La formazione spagnola ha disputato una modesta regular season e non fa troppa paura.

Bennet Cantù (**). Formazione che gioca oltre i suoi livelli per la bravura di coach Trinchieri, ma difficilmente potrà superare le Top 16.

Quarta fascia

Emporio Armani Milano (***). Formazione che dopo la vittoria contro il Partizan potrebbe crescere in fretta; l’organico è quasi da Final Four, ma solo sulla carta.

Zalgiris Kaunas (**). Giocare a Kaunas non è mai facile, ma la squadra è quello che è.

Galatasaray (*). Decisamente una delle più abbordabili del lotto, si è qualificata in un girone modesto

Bilbao (*). Anche qui grande entusiasmo nel palazzetto, ma livello non ecellente.

© Riproduzione Riservata

Commenti