“Ho rischiato la vita ma lottavo, come sempre, per la giustizia e la verità. Mai stati dubbi sui veri fatti Asm”

Carmelo Colavecchio

Nel marzo 2010, all’improvviso, ha dovuto combattere la più difficile partita: quella per la vita. Ha lottato con tutte le sue forze, ottenendo la vittoria più importante. Dopo mesi di dura riabilitazione, sostenuto dall’affetto straordinario dei suoi cari, è tornato in salute: con la sua solita saggezza e con i suoi inconfondibili modi, anche pungenti, da galantuomo.

Stiamo parlando di Carmelo Colavecchio, da tanti anni protagonista onesto e stimato della vita politica e culturale della città e nel 2009 componente del Cda di Asm.

E da Carmelo Colavecchio riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

“Non ci sono mai stati dubbi sulle stranezze dei fatti di Asm. Neppure il sindaco ne ebbe quando riferì in consiglio comunale di essere bene a conoscenza che all’Asm venivano commessi “atti delinquenziali”!!! State tranquilli tutti che adesso il sindaco farà quello ha detto il 22/9/2011 in Consiglio comunale!

Non ci sono dubbi che lo farà, non è stupido…! Di certo caro Andrea (Raneri, ndr), se ci ha defenestrati dal Cda, preoccupato che facevamo i “poliziotti” e che “consumavamo risme di carta” in azienda (forse lavoravamo sodo!!), chissà cosa accadrà a chi ha ridotto così l’azienda in tanti anni di “sana” gestione!!!

Invito dunque i lavoratori a stare tranquilli ed a non farsi manipolare nè strumentalizzare! I parcheggi Lumbi e Porta Catania, come la Funivia e gli altri servizi, daranno ancora lavoro alle loro famiglie, con o senza Asm!

Al sindaco di Taormina, invece, auguro di fare la cosa giusta, quella conforme a legge, al buon senso ed all’interesse di Taormina e dei taorminesi che lo hanno eletto. Al dr. Passalacqua auguro di rimanere sempre dalla parte della legalità. Gli tornerà utile anche quando non sarà più sindaco!

Ai Taorminesi, auguro invece buone feste, con l’auspicio di serenità in un momento così buio! Auguro ai taorminesi di avere sempre la forza di lottare per i loro diritti e quelli dei loro figli costretti alla trimestralità, al precariato, alla disoccupazione! Taormina ha le risorse per restituire serenità alle sue famiglie, ma bisogna pretendere da chi governa di restituire la città ai taorminesi ed a tutti coloro che vogliono contribuire a migliorarla, arricchirla ed innalzarla ben oltre il baratro in cui è caduta.

Alla mia famiglia ed ai miei amici il ringraziamento per avermi sostenuto nella malattia che non mi ha fatto perdere i ricordi di tutto ciò che stavo facendo sino ad un attimo prima di rischiare la vita: stavo lottando per la verità, la giustizia, la solidarietà, la dignità, e soprattutto per la correttezza e l’onestà personale e politica!

Rispondete ad una domanda!? E se l’Asm e/o il Comune potessero dare tanti più posti di lavoro? Basterebbe ridurre le voragini !? Io penso di si. E voi??  Buon Natale a tutti…

Carmelo Colavecchio

© Riproduzione Riservata

Commenti