La Procura federale non chiede l’utilizzo della prova televisiva: lo svedese in campo per il derby con l’Inter

Zlatan Ibrahimovic

Clamoroso ma vero: Zlatan Ibrahimovic non verrà squalificato per la bestemmia pronunciata durante la partita contro il Cagliari.

La Procura federale non ha fatto richiesta della prova tv al Giudice Sportivo poiché non vi sono sufficienti elementi per avallare la tesi. Lo svedese potrà essere schierato regolarmente alla ripresa del campionato.

Dopo la visione delle immagini i dubbi restano e sembrano anzi essere delle certezze nitide ed inequivocabili. Il fuoriclasse svedese rischiava di saltare la sfida con l’Inter del 15 gennaio. E adesso l’Italia calcistica torna a gridare allo scandalo e alla regola dei “due pesi e due misure”, che troppo spesso vale per il Milan di Galliani e Berlusconi.

L’anno scorso a Firenze “fatali” furono le pesanti frasi rivolte alla terna arbitrale: stavolta c’era di mezzo una bestemmia.

L’attaccante svedese aveva imprecato durante la gara di mertedì sera contro il Cagliari ed era stato pizzicato dalle telecamere. Ma, come detto, la Procura federale ha deciso di non utilizzare la prova tv per indagare e, di conseguenza, niente squalifica.

Ibra rischiava una squalifica di una o due giornate: se così fosse, stato avrebbe saltato la sfida contro l’Atalanta o magari anche il derby contro l’Inter.

L’accaduto: al minuto 13 del secondo tempo, dopo un cross sbagliato da Aquilani, Ibra impreca. Il labiale è abbastanza chiaro: ma non per il giudice.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Smf4UE3A93g[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti