Iraq, attentati in diverse zone della capitale. Almeno 57 vittime e oltre duecento le persone rimaste ferite

nuovi attentati in Iraq

Ancora sangue in Iran. Baghdad è stata travolta stamattina da una serie di attentati, con almeno dieci esplosioni quasi in simultanea in diverse zone della città e centinaia di vittime. Lo ha fatto sapere il ministero della Sanità iracheno.

Il portavoce Ziad Tariq ha annunciato che 57 persone sono decedute e altre 200 sono rimaste ferite in dieci attentati distinti: tutto fa pensare a un’azione coordinata.Gli attacchi, avvenuti nell’ora di punta, hanno colpito i quartieri Bab al-Muatham, Karrada e Allawi del Centro di Baghdad; Adhamiyah, Shuala e Shaab (Nord) Jadriyah nell’Est, Ghazaliyah nell’Ovest e al-Amil nel Sud della capitale, hanno precisato le autorità.

Ieri il governo guidato da Nouri al Maliki ha compiuto il suo primo anno di vita sullo sfondo di una grave crisi politica che vede contrapposti i partiti sciiti a quelli sunniti, soltanto pochi giorni dopo la partenza degli ultimi militari americani che erano rimasti nel Paese per assicurare la sicurezza nel dopo-Saddam.

In settimana è stato spiccato un mandato di arresto nei confronti del vicepresidente sunnita Tareq Al Hashemi, oggetto di un mandato d’arresto per l’accusa di terrorismo; il blocco parlamentare Iraqiya, sostenuto dai sunniti, ha deciso quindi di boicottare i lavori parlamentari e di governo.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xn67fq_iraq_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti