La capolista e i friulani si dividono la posta in palio: bianconeri di Conte di nuovo primi. Friulani ora terzi

Antonio Conte

La Juve pareggia 0-0 a Udine e torna in testa al campionato, adesso a pari punti con il Milan. I bianconeri continuano la loro imbattibilità uscendo indenni da un’altra trasferta terribile, quella del Friuli contro la banda Guidolin.

Lo 0-0 finale rispecchia in pieno l’andamento del match: tanta corsa, molto agonismo ma occasioni da gol che si contano sulle dita di una mano. Poco male per Conte che può sorridere: la sua Juve aggancia il Milan a 31 punti. L’Udinese insegue a due punti ed è comunque un grande risultato, in attesa di riprendere la corsa con l’anno nuovo.

Il primo tempo nel frigorifero del Friuli è caratterizzato da ritmi molto elevati, tanta intensità ma poche occasioni da gol. La Juventus tiene in mano il pallino del gioco ma raramente riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Handanovic. L’Udinese, al contrario, appare contratta, poco fluida nella manovra e colpevole di troppi errori in appoggio, soprattutto a metà campo.

L’atteso Di Natale non si vede mai perchè stanco e male innescato dai suoi compagni di squadra. Per vedere la prima nitida occasione da gol bisogna aspettare il 7′ quando Marchisio dal limite calcia di esterno un pallone che Handanovic controlla a lato. Il centrocampista bianconero si ripete al 35′ con un tiro a giro che pecca solo di precisione. La reazione dell’Udinese è tutta in un pallonetto di Isla che Buffon riesce a neutralizzare con un pregevole colpo di reni. L’attacco bianconero non punge, colpa anche di un Matri sotto tono e un Pepe solito motorino inesauribile ma confusionario con la palla tra i piedi.

La ripresa segue lo stesso spartito del primo tempo: si corre molto ma con eccessiva frenesia. Gli uomini di Conte costruiscono senza concludere pericolosamente, l’Udinese si copre e prova a ripartire in contropiede senza troppa convinzione. Al 25′ entra Quagliarella al posto di uno spento Matri e l’ex di turno prova subito a scaldare il match con una botta dalla distanza a lato di un soffio. All’80’ Conte getta nella mischia Del Piero ma è ancora Quagliarella a rendersi pericoloso con un destro dal limite deviato da Handanovic in angolo. L’ultima chance della gara arriva con Lichtsteiner che in piena area friulana prova un destro che termina in tribuna.

Prima del triplice fischio finale c’è solo il tempo di vedere l’espulsione di Guidolin per proteste. Finisce 0-0 con la Juve che si gode a braccetto con il Milan il Natale in testa al campionato e l’Udinese lì, due punti sotto, a sognare ancora in grande.

© Riproduzione Riservata

Commenti