Rossoneri vincono 2-0 a Cagliari (autogol di Pisano e raddoppio di Ibra) e sono di nuovo davanti alla Juve

Zlatan Ibrahimovic

Il Milan torna di nuovo in testa alla classifica, in attesa di Udinese-Juve. Nel recupero della prima giornata, i rossoneri battono 2-0 il Cagliari al S. Elia senza mostrare un gioco brillante, ma capitalizzando al massimo le occasioni avute.

Un autogol di Pisano dopo pochi minuti spiana la strada ai rossoneri, nella ripresa risultato al sicuro grazie ad una fiammata di Ibrahimovic. Discreta la prestazione del Cagliari a livello di movimento e determinazione, ma la mancanza di incisività in attacco è un problema che Ballardini deve cercare di risolvere il prima possibile. Ottima la partita di Nainggolan, giocatore ormai pronto per grandi palcoscenici.

Allegri schiera dal primo minuto Mexes e Taiwo. In avanti, Boateng dietro a Ibra e Robinho, panchina per Pato. Nel Cagliari c’è Cossu a centrocampo, Ibarbo e Larrivey la coppia d’attacco. I padroni di casa partono a mille. Thiago Ribeiro dopo due minuti colpisce il palo esterno, con la retroguardia rossonera a fare da spettatrice. Passa un minuto e il Cagliari si fa sorprendere in difesa. Robinho sfugge al suo marcatore, supera in dribbling il portiere Agazzi e mette un cross rasoterra al centro: Pisano nel tentativo di anticipare Nocerino devia in porta. La risposta dei rossoblù arriva al 13′ con un gran destro di Ekdal, Abbiati vola a deviare.

La squadra di Ballardini cerca il pari alzando il baricentro e provando a far valere la forza fisica e la progressione dei suoi attaccanti. Ma i rossoneri gestiscono bene la foga avversaria, nonostante un Mexes ancora un po’ impreciso. Non riescono però a sfruttare le ripartenze. Merito di un Cagliari ben messo in campo e di qualche passaggio sbagliato di troppo. E così, arrivati al termine del primo tempo, c’è da segnalare soltanto un altro tiro verso la porta: un colpo di testa innocuo di Larrivey che si spegne sul fondo.

Quinto minuto della ripresa, Milan ad un passo dal raddoppio. Aquilani si libera in area e tira da ottima posizione: Agazzi respinge in uscita. Passa qualche minuto e il Cagliari costruisce la sua migliore palla gol: Thiago Ribeiro trova Ibarbo completamente solo in area, ma il colombiano colpisce debolmente di testa. Risultato: un passaggio ad Abbiati. Ibra in questa ripresa arretra più spesso per prendersi il pallone. E proprio lo svedese, in versione assistman, offre a Robinho (ottimo il suo taglio) una gran palla in verticale. Il brasiliano evita Agazzi, ma si decentra troppo e, sbilanciato, spara alto.

Al 15′ ci pensa Ibra, questa volta in versione goleador. Imposta l’azione, riceve il passaggio di ritorno di Robinho e con le sue lunghe leve anticipa l’uscita del portiere. La partita finisce praticamente qui. Ibra poco dopo il gol accusa un malore e passa più di un minuto accovacciato, salvo poi riprendersi e concludere la partita. Prima del triplice fischio da segnalare anche un paio di ottime occasioni sprecate da Pato, entrato al posto di Robinho. Missione compiuta per i rossoneri.

Nell’altro anticipo finisce 0-0 il derby toscano tra Siena e Fiorentina.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xn52o3_cagliari-0-2-ac-milan-20-12-11-full-highlights-full-hd-mediafire-download_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti