Chi beve troppo attacca la sua cattiva abitudine anche a chi gli sta intorno, soprattutto quando si è in coppia

alcolismo contagioso

Una ricerca della Dalhousie University ha svelato che il binge drinking è contagioso come l’influenza.

Gli psicologi hanno studiato 208 coppie eterosessuali e non sposate tra i 20 e i 29 anni, che escono insieme in media da due anni. Almeno uno dei componenti della coppia inoltre era uno studente universitario.

E il risultato, come sottolinea un comunicato stampa dell’università, è che “in un lasso di tempo di oltre 28 giorni, i ricercatori sono stati in grado di prevedere che la propensione al binge drinking, ovvero bere fino a star male, si trasmetteva da un membro della coppia all’altro”.

Come scrive il Globe and Mail, la ricercatrice Aislin Mushquash ha dichiarato che “il binge drinking negli studenti universitari è ricorrente sia nei maschi sia nelle femmine. Gli studi sulle coppie sposate mostrano che gli uomini esercitano diverse forme di influenza sulla donna, ma nel nostro studio abbiamo scoperto che le giovani donne e i giovani uomini influenzano la reciproca propensione al binge drinking”.

Mushquash e il suo team sperano che le loro scoperte possano essere utilizzate per migliorare “la diagnosi, la prevenzione e il trattamento” dei problemi legati all’alcol. Per esempio, il binge drinking è stato messo in relazione a un incremento del rischio del cancro al seno.

Come dichiarato dal professor Simon Sherry, “occorre scegliere con attenzione i propri amici e partner, perché essi vi influenzano molto più di quanto pensiate”. Anche se forse la ricerca apre molte più domande di quelle cui risponde: “I bevitori accaniti si attraggono a vicenda? Ciascuno dei due partner ha una storia familiare di alcolismo?”. Per avere una risposta occorrerà un nuovo studio.

© Riproduzione Riservata

Commenti