Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, “stop ai vecchi privilegi, sarebbe davvero un segnale di solidarietà”

Corrado Clini

Anche la Chiesa paghi l’Ici, basta con i vecchi privilegi.

Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, è d’accordo a far pagare la tassa alla Chiesa. Lo ha detto lo stesso ministro durante il concerto benefico post alluvione “Una mano per Genova”, organizzato nel capoluogo ligure da Gino Paoli.

A Pippo Baudo che, davanti a una platea gremita, aveva sostenuto che bisogna convincere la Chiesa a pagare l’Ici, il ministro ha replicato: “Sono d’accordo, spero che su questo non ci siano opposizioni, anche perché sarebbe un segnale di solidarietà vera, di superamento di privilegi che ormai non hanno più posto, soprattutto oggi”.

Prima dell’inizio del concerto, a cui hanno partecipato anche Ornella Vanoni e Renato Zero, Clini aveva parlato del dissesto idrogeologico, sottolineando di aver chiesto di “togliere dal vincolo del patto di stabilità gli investimenti per la sicurezza del territorio perché è assurdo che i comuni e le regioni abbiano risorse che non possono spendere per rispettare il debito”. Risorse che, ha precisato, andrebbero spese “per la sicurezza del territorio, non per altro”.

“Questo – ha concluso Clini – genera un debito veramente profondo che è un debito che nasce da un territorio che frana, che si perde e che brucia risorse e opportunità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti