L’ad Galliani incontrerà il City. Lopez è l’alternativa ma Pulvirenti avverte: “per Maxi non aspetteremo a lungo”

Carlos Tevez

CarlosTevez resta la prima scelta per l’attacco del Milan. E’ un chiodo fisso per i rossoneri, che sono disposti ad attenderlo fino all’ultimo minuto dell’ultimo giorno della sessione di mercato invernale (31 gennaio).

Fino a quella data sarà incerto anche il futuro di Maxi Lopez, il centravanti del Catania che è l’alternativa a Tevez del Diavolo: “Giovedì abbiamo un appuntamento con il Manchester City per Tevez – ha dichiarato l’ad rossonero all’ingresso dell’assemblea di Lega programmata stasera a Desenzano del Garda – ma non sarà probabilmente quello decisivo per concludere la trattativa. Sarà quasi impossibile portarlo con il resto della squadra a Dubai. Nel frattempo, Maxi Lopez resta in stand by. Braida l’abbiamo portato qui anche per questo”.

Se il Milan non ha fretta non ha intenzione di aspettare troppo Antonino Pulvirenti , presidente del Catania, che anch’egli prima di entrare assemblea di Lega ha detto la sua sul futuro di Maxi Lopez: “Non possiamo aspettare sino al 31 gennaio – ha tagliato netto il patron del club etneo – La fine del calciomercato è un termine troppo avanzato anche per la serenità del giocatore. Se dovesse arrivare una richiesta importante come quella del Milan noi la prenderemmo in considerazione. L’occhiolino di domenica? Gliel’ho fatto perché stava giocando molto bene, non perché se ne andrà”.

Le parole di Pulvirenti vanno anche lette alla luce dell’interesse del Genoa sul calciatore argentino del Catania confermato anche dal presidente del Grifone Enrico Preziosi: “Se Maxi Lopez non andrà al Milan sicuramente ci può interessare. Cerchiamo una punta nel mercato di gennaio e mi piacerebbe portare a Genoa uno fra Milito, Borriello e Lopez”.

© Riproduzione Riservata

Commenti