Le festività ormai dietro l’angolo: “cartolina” di auguri a politici, banchieri e cittadini vessati dal governo Monti

buon Natale...

Tempo di Natale e di auguri a tutti: dai “potenti” ai tartassati italiani.  

Buon Natale al presidente della Repubblica, Napolitano, il quale, dopo aver decantato le doti del neo governo tecnico, ora tace come la sibilla in ferie forzate.

Buon Natale a “Supermario” Monti, il quale, sino ad ora, non ha fatto altro che battere cassa con la manovra finanziaria…

Ma un buon Natale anche al nostro “de cuius hereditate agitur” ovvero, il lerciume che abbiamo ereditato dalla maccheronica pseudopolitica; ai “mostri” della finanza i quali, dopo aver messo in ginocchio un intero Continente, voleranno verso i caldi lidi attingendo ai loro milionari conti bancari svizzeri.

E poi alla Merkel, la “furbona del quartierino”, che dopo aver perpetrato le balle finanziarie dei suoi predecessori, ha smesso di tintinnare il capo.

A Sarkozy, alias “Ridolini”, il quale, dopo aver scoperto che la melma che copre le sue banche è più infida di quella della Banca d’Italia, ha optato per i 5 minuti di vergogna.

E poi il grande riformatore Zapatero, “l’infanta di Spagna” il quale, dopo aver messo in ginocchio il Paese è ora tra le priorità di… “chi l’ha visto?”

Buon Natale ai banchieri… che Dio vi perdoni! Agli italiani, gente perbene che sa ben ingoiare le nefaste manovre finanziare e con un sorriso mandano avanti il Paese ogni giorno.

Buon Natale a noi; noi che non affliggiamo, non ci pieghiamo e, per non essere nazionalisti siamo, tra tutti, quelli che più sostengono il proprio Paese; al “partito” dei sindacati il quale, in sordina, “morbidamente” lascia passare, con la mia stessa ironia, una manovra finanziaria che ha in sé parte dei programmi del governo Berlusconi e per il quali giurarono guerra spietata.

Buon Natale alla prossima campagna elettorale che, di questo passo, vanterà il minimo storico di elettori mai registrato nel nostro Paese.

E Buon Natale al direttore e l’editore di Blogtaormina, a tutti i suoi collaboratori: sperando che il nuovo anno veda questa penna “più buona” e meno sarcastica…

Buon Natale ai lettori del Blog; sempre pazienti, costanti e attenti.

Ma infine, un Buon Natale va soprattutto ai nostri “onorevoli vitelloni” ai quali, dovremmo dirne di tutti i colori….

Saluti a casa e felice anno nuovo…

© Riproduzione Riservata

Commenti