Incredibili sviluppi nella trattativa per il passaggio del brasiliano in nerazzurro: sul cartellino ora è bagarre

Juan

L’Inter è stata truffata: ha dell’incredibile quanto stiamo per raccontarvi. In Brasile sta scoppiando in queste ore un’autentica bomba in merito al futuro di Juan, difensore dell’Internacional.

La ricostruzione che FcInterNews.it ha proposto in collaborazione con i colleghi brasiliani è la seguente: la notizia della cessione del 65% del cartellino di Juan da parte dell’Internacional ai procuratori del giocatore è veritiera, ma è emerso un particolare in merito. A raccogliere questa percentuale del cartellino è stato solo l’agente Giuliano Bertolucci, mentre il restante 35% resta in mano alla DIS, fondo brasiliano che detiene quest’ultima percentuale ormai da tempo.

E proprio questo sta creando complicazioni nelle trattative, ma il vero scandalo è un altro: Bertolucci ha speso per prendere questo 65% del cartellino la stessa somma che avrebbe investito l’Inter per prendere il difensore.

Il padre di Juan, Agnaldo Jesus, proprio qualche ora fa è esploso ai microfoni di una radio brasiliana. Ecco quanto FcIN.it ha raccolto proprio da questo intervento tramite colleghi della radio stessa: “Non so perché il presidente dell’Internacional, Giovanni Luigi, ha rifiutato un’offerta dell’Inter che era identica a quella formulata dal signor Bertolucci e ha deciso di cedere invece mio figlio all’agente. Quello che non riesco a comprendere è perché accettare l’offerta di una società di procuratori che non esiste e rifiutare invece quella dell’Inter. Questo è un raggiro!”.

La spiegazione è arrivata da poco: in Brasile, assicurano che l’Internacional ha ceduto Juan al procuratore Giuliano Bertolucci per saldare con quest’ultimo dei debiti che si erano accumulati tra le parti tre mesi fa, quando è stato siglato il rinnovo del trequartista Oscar – anch’egli assistito da Bertolucci -, che l’Internacional di Porto Alegre ha blindato con soldi che non aveva ponendosi dunque in posizione di debito nei confronti del procuratore.

Per rimettere il tutto in normalità, è stato ceduto il difensore all’agente così da avergli permesso di prendere praticamente a pochissimo un cartellino dal valore pressoché identico alle cifre del rinnovo di Oscar come quello di Juan, e tutti contenti.

Già, tutti contenti tranne l’Inter, Juan e il signor Jesus. Se l’Internacional ci tiene a smentire questa versione, il signor Jesus ribadisce che anche lui ha queste informazioni: “Ho anche io notizie simili a riguardo, che mi arrivano direttamente dall’ufficio del signor Bertolucci. Esiste questo raggiro nel quale rientra anche il rinnovo di Oscar. Ma state pur certi che mio figlio all’Academica, in Portogallo, non ci va”.

© Riproduzione Riservata

Commenti