Al Cairo secondo giorno di sangue: 9 morti e 361 feriti: migliaia di persone affollate vicino a una zona militare

scontri in Egitto

Per il secondo giorno consecutivo forze di sicurezza e manifestanti ostili ai militari al potere si sono scontrati a piazza Tahrir, al Cairo.

Il bilancio delle nuove violenze è di nove morti e 361 feriti, secondo quanto ha riferito il ministro della Sanità Fuad al Nawaui.

Gli scontri delle ultime 48 ore sono stati i più gravi da quelli scoppiati lo scorso mese, qualche giorno prima dell’inizio delle elezioni legislative(il 28 novembre), che hanno fatto 42 morti.

Stasera migliaia di persone si sono radunate in prossimità del muro eretto dalle forze di sicurezza su una grande strada per bloccare uno degli accessi a piazza Tahrir, epicentro delle contestazioni contro il governo.

Piccoli gruppi di giovani hanno lanciato pietre contro le forze di sicurezza, mentre altri manifestanti hanno ricominciato a montare delle tende nella piazza per sostituire quelle bruciate dalle forze di sicurezza, che stamattina hanno ripreso il controllo degli ingressi della sede del governo.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xn2clm_egitto-ancora-scontri-e-incendi-in-piazza-tahrir_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti