Dieci buste indirizzate al premier, a politici (tra i quali Berlusconi e Bersani) e direttori giornali: è allarme

Mario Monti (di Claudio Sala)

Dieci buste con proiettili indirizzate al premier Mario Monti, a un ministro, a politici e direttori di giornale sono state intercettate ieri sera ad un centro delle poste di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Lo ha detto la polizia.

“Ogni lettera conteneva una cartuccia e una lettera firmata dal Movimento armato proletario con ingiurie e minacce riguardo alla manovra finanziaria”, ha detto al telefono a Reuters un funzionario di polizia di Lamezia.

Il funzionario ha detto che tra i destinatari ci sono il premier Mario Monti, il ministro del Lavoro e politiche sociali Elsa Fornero, l’ex premier Silvio Berlusconi, il leader del Pd Pier Luigi Bersani e alcuni direttori di giornali.

Intanto la Camera ha approvato infatti quasi all’unanimità il documento che impegna il governo a prevedere detrazioni Imu a chi ha in casa disabili. Sull’odg l’esecutivo aveva dato parere negativo.

Il presidente Monti ha ringraziato i deputati per il senso di responsabilità nel votare il si alla fiducia alla manovra, ma il governo ha dovuto incassare una prima sconfitta, battuto in Aula alla Camera su un ordine del giorno presentato dalla Lega. L’Aula

“Sarà questa l’ultima manovra di sacrifici? Lo spero – ha detto Monti -, ma dipenderà dal comportamento di tutti noi, dei cittadini in quanto produttori-contribuenti-consumatori, delle imprese, da chi sottoscrive i titoli di Stato, dalla nostra capacità di presentarci uniti e credibili ai mercati”.

In mattinata, l’aula, con 495 voti favorevoli, 88 contrari e 4 astenuti ha votato la fiducia al governo sulla manovra nello stesso testo licenziato dalle commissioni.

Dopo il disco verde della Camera il provvedimento passerà al Senato per la seconda lettura. Palazzo Madama dovrebbe licenziare definitivamente il testo senza modifiche entro il 23 dicembre.

Molte le modifiche apportate al testo del governo nel passaggio del decreto nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera. In particolare: le pensioni potranno essere rivalutate al 100% fino a 1.400 euro, arrivano detrazioni per le famiglie numerose sull’Imu sulla prima casa, il tabacco sfuso sarà più caro, cambia la tassa sugli ‘scudati’, scattano mini-patrimoniali sugli immobili e le attività finanziarie all’estero, si frena sulla vendita dei farmaci nelle parafarmacie, e viene introdotto un tetto sugli stipendi dei manager pubblici.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=XESA3tcKjaM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti