Affondo di Berlusconi: “premier sta facendo marcia indietro su tutto. Sto leggendo il Duce e mi ci ritrovo”

Silvio Berlusconi

Un Mario Monti “disperato”, perché in Parlamento è stato costretto a “fare marcia indietro praticamente su tutto”. E’ la rappresentazione fornita da Silvio Berlusconi, durante la presentazione dell’ultimo libro di Bruno Vespa.

Per poter governare questo Paese bisogna cambiare la Costituzione. Se ne sta accorgendo anche Monti – è il ragionamento dell’ex premier – che ha presentato un decreto e in Parlamento ha dovuto fare marcia indietro praticamente su tutto, ed è giustamente disperato”. La differenza tra Monti e Berlusconi è che “lui ha dalla sua tutti i giornali. Io per aver migliorato il decreto di agosto sono stato accusato di non essere serio. Qui sono state cambiate decine di cose, ma lui per fortuna ha ancora l’appoggio dei giornali”.

“Sto leggendo i diari di Mussolini e le lettere alla Petacci – ha detto Berlusconi – e devo dire che mi ci ritrovo in molti passaggi. Mussolini prima voleva governare l’Italia e poi ha detto che era inutile. Io la penso come lui”.

Il Pdl, ha dichiarato comunque Berlusconi, voterà la fiducia sulla manovra di Mario Monti perché “in un’emergenza si tratta di scegliere il male minore”. E di una cosa è certo però il Cavaliere. Se dovesse vincere le prossime elezioni toglierebbe subito l’Ici reintrodotta dal governo Monti.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=5WUZRATBhc4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti