A Bruxelles vertice Ue per mettere al riparo la moneta unica. Parigi e Berlino premono per un nuovo Trattato

Nicolas Sarkozy

Un Consiglio europeo e subito dopo un vertice ristretto dei paesi membri dell’euro. I leader della Ue accorrono al capezzale della moneta unica.

Ma i segnali sui temi della riforma dei Trattati e del ‘muro’ finanziario per difendere l’euro non rassicurano. Berlino si dice “più pessimista” sulla possibilità di un accordo, mentre per Nicolas Sarkozy “il rischio di esplosione” dell’Ue rimarrà “concreto” finché non sarà effettiva l’intesa franco-tedesca per un nuovo Trattato. Il premier francese è stato definitivo: i leader europei dovranno siglare domani un accordo per far fronte alla crisi del debito, perché “non c’è una seconda possibilità”.

“Mai il rischio di un’esplosione dell’Europa è stato così grande”, ha detto Sarkozy e oggi il suo ministro degli Affari Europei, Jean Leonetti, ha rincarato la dose: “La situazione è grave, l’euro può esplodere e l’Europa disfarsi. Sarebbe una catastrofe non solo per l’Europa e la Francia, ma per il mondo”. “Se un accordo tra i 27 paesi – ha aggiunto Sarkozy – non sarà possibile, allora si faccia un’intesa tra i 17 stati dell’Eurozona”.

Obama: “Molto preoccupato”. La tempesta economica sull’Eurozona preoccupa anche oltreoceano: il presidente americano Barack Obama ha dichiarato durante una conferenza stampa di sentirsi “molto preoccupato per quello che sta accadendo in Europa”.
Obama ha aggiunto: “E’ una crisi che va risolta perchè può avere un enorme impatto, anche negli Stati Uniti”, invitando i leader europei a mostrare la giusta “volontà politica”.
Il presidente Usa ha anche fatto esplicito riferimento all’Italia: “I leader europei devono risolvere i propri problemi”, ha detto Obama, specificando che l’Ue deve “trovare le giuste soluzioni per Paesi come l’Italia che devono rifinanziare il loro debito”.

Il vero timore dell’amministrazione Usa è che alle misure per ripianare il debito non vengano aggiunti provvedimenti per favorire la crescita. Una recessione europea potrebbe facilmente affossare anche l’economia Usa, che mostra segnali di ripresa. “La crisi va risolta perchè può avere “un enorme impatto anche negli Usa, e sulla capacità di creare posti di lavoro”, ha detto Obama.

Merkel: “Summit Eurozona”. La cancelliera tedesca Angela Merkel, arrivando al Consiglio Europeo di Bruxelles, ha annunciato un summit della zona euro nella capitale belga. La Merkel ha spiegato di non sapere se sarà possibile raggiungere un accordo per rivedere i trattati che coinvolga tutti i 27 membri dell’Ue. “Ma se questo non fosse possibile”, ha detto “si dovrà procedere con un accordo dei soli 17 paesi di Eurolandia che si dovranno riunire separatamente a margine del summit”. La riunione dei leader dell’Eurozona si terrà già stanotte subito dopo quella a 27.

© Riproduzione Riservata

Commenti