Fort Myers Beach, Florida: si rinnova l’appuntamento con la competizione mondiale di sculture sulla sabbia

Cosa fanno in tardo autunno gli “uccelli invernali” (turisti provenienti dal freddo nord) in una zona sub-tropicale come Fort Myers Beach in Florida? Si va in spiaggia, si va al ristorante, si va al canidromo, la pista per le corse dei cani, e si visita… la tradizionale gara delle sculture di sabbia: il Campionato Mondiale Individuale.

Raggiunta la 25ma edizione, quest’anno la gara sulla spiaggia che si estende sul Golfo del Messico ha ospitato 32 scultori di 15 paesi, inclusi Australia, Latvia e Olanda (ma solo 24 in competizione). Un americano del New Jersey, John Gowdy, ha gareggiato sotto la bandiera italiana perché ha vissuto per tanto tempo a Castelfranco Veneto, gareggiato a Jesolo e Cervia ed ora si é trasferito permanentemente in Italia assieme alla moglie italiana. Gli scultori, che devono essere sia artisti che ingegneri, hanno avuto a disposizione 28 ore in tre giorni e mezzo prima della premiazione ed il vincitore é stato il canadese Damon Langlois con la scultura “Caduta dell’Impero Romano”. Per le 24 sculture in competizione si sono usate oltre 1.000 tonnellate di sabbia.

Naturalmente non sono mancati riferimenti con sculture di sabbia alla stagione natalizia che negli Usa inizia immediatamente il giorno dopo il Thanksgiving (Giorno del Ringraziamento, il 24 novembre). Seppur questa sia la festa di tutti gli americani (il Natale é solo per una parte della popolazione), il Natale é piú importante in termini di acquisti.

La spiaggia di Fort Myers é considerata la seconda al mondo (la prima si trova piú a nord) per questo tipo di sculture, che sono piccole rispetto a quelle fatte a Jesolo nelle gare per gruppi. La sabbia di Fort Myers Beach é del tipo silicea (bianca) quindi molto densa.

Come per le sculture di sabbia, il canidromo attira sia i “locali” che i turisti e si trova a metá strada fra Fort Myers e Naples. Quest’ultima “Napoli d’America” conta la piú numerosa comunitá italo-americana della costa ovest della Florida.

Il canidromo é considerato un buon ritrovo, attira famiglie intere con bibite e birra a un dollaro a bicchiere e “junk food” (cibo spazzatura) a pochi soldi (i minorenni non possono nemmeno avvicinarsi all’area delle scommesse) ma, come in Italia con le slot-machines, attira anche pensionati che si giocano tutta la pensione con le scommesse.

© Riproduzione Riservata

Commenti