L’argentino è già stanco del Psg e a giugno può tornare in Italia al posto di Lavezzi, destinato all’Inghilterra

Javier Pastore

Pastore chiama Napoli, Chelsea chiama Lavezzi. Un intreccio di mercato clamoroso e affascinante scuote i tifosi partenopei nell’immediata vigilia della sfida di Champions contro il Villareal.

Preoccupazioni tattiche e voglia di tornare in Italia da parte di Javier Pastore, l’argentino ceduto la scorsa estate dal Palermo in Francia, al Psg, per 40 milioni di euro.

L’argentino in una intervista concessa al magazine “So foot” ha dichiarato: “Da quando sono arrivato al PSG poche volte ho giocato in una zona di campo dove poter far male all’avversario. Non mi sento libero. Adesso però gioco qui e mi devo adattare. Ho imparato a conoscere un nuovo modo di fare calcio – continua l’ex-fantasista rosanero – ma non mi sento in grado di esprimere le mie qualità come vorrei. Ci sono molte situazioni durante le quali mi muovo ma i compagni non mi seguono. In Francia giocano guardando solo in basso”.

“In Italia è un’altra cosa”. Questo il messaggio di Pastore, che non può lasciare indifferente chi conosce il talento del Flaco, sfuggito al mercato italiano solo perché costava tanto, troppo. Non è un mistero che per Javier Italia significa soprattutto il sogno di giocare al “San Paolo”, dove un tempo si è esibito il più grande e inimitabile connazionale.  

E qui entra in scena il Napoli. Le inglesi puntano Lavezzi per giugno. Non solo il Manchester City è sulle tracce del Pocho. Secondo i media britannici anche il Chelsea nelle ultime settimane su esplicita richiesta di André Villas-Boas ha messo gli occhi sull’attaccante del Napoli. E’ possibile, anche per le recenti vicende della rapina subita dalla compagna Yanina, che Lavezzi a fine stagione decida di lasciare l’Italia, stavolta con il placet di “don” Aurelio De Laurentiis se arriverà l’offerta giusta.

De Laurentiis vuole 31 milioni, prezzo della clausula rescissoria, e se il City o il Chelsea la pagano, il sostituto è già nel mirino. I soldi della cessione di Lavezzi verrebbero subito investiti per andare a prendere Pastore, che al Napoli e al presidente azzurro piace sin dai tempi di Palermo.

D’altronde tra Pastore e il Napoli il matrimonio è già stato sfiorato qualche mese fa, e con questa operazione si andrebbe a formare nuovamente la coppia d’oro dei tempi rosanero: Cavani e Pastore. Due che si conoscono a memoria e in campo aperto sono a dir poco devastanti.

La girandola è possibile, probabile e sarebbero tutti contenti.  Con il “sì” di Lavezzi e Yanina alla ricerca di tranquillità in Inghilterra, di De Laurentiis che venderebbe un campione assicurandosene uno per niente inferiore, di Pastore che non ne può più della Francia e a Napoli verrebbe di corsa. E non andrebbe male ai tifosi del Napoli, che direbbero addio al Pocho ma potrebbe esaltarsi con un altro straordinario talento.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=H2Aapk6XQ3c&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti