“La clientela sempre più numerosa diserta la Perla”: nelle attività commerciali avviate offerte sino al -30%

cartolina del Natale a Taormina

La crisi avanza come un incubo e spinge gli operatori economici di Taormina “tagliano” i prezzi per far fronte all’emergenza.

Con un documento a firma le associazioni di categoria hanno infatti comunicato al sindaco e all’Ufficio per le Attività Produttive la decisione di avviare da subito sensibili abbassamenti dei prezzi con riduzioni sino al 30%.

Da giovedì 1 dicembre scorso, gli esercizi commerciali hanno lanciato un piano che offre all’utenza l’opportunità di usufruire, oltre a prezzi più concorrenziali, per ogni acquisto anche un buono riduzione del 20% valido presso ristoranti e pub aderenti all’iniziativa che espongono la vetrofania.

Il documento in questione è stato firmato e dunque sottoscritto dall’Associazione Imprenditori per Taormina (presieduta da Franco Parisi), TaoCom (presieduta da Maurizio Vinciguerra) e il Centro Commerciale Naturale (presieduto da Salvo Fiumara).

“La grave crisi economica che il nostro Paese attraversa ormai da qualche anno – si legge nella nota – delle associazioni – non sta risparmiando neanche le realtà consolidate come Taormina nonostante la nostra storia certifica l’affidabilità di un prodotto di grande livello e di una indiscussa credibilità riconosciuta dai mercati turistici mondiali da oltre un secolo”.

“Aipt, TaoCom, e Centro Commerciale Naturale – e tutti coloro che hanno a cuore le sorti di Taormina e nello specifico le attività produttive taorminesi – intendono farsi parte diligente nel tentativo di proporre un’occasione che renda più accogliente la nostra città già nei giorni che anticipano le festività di Natale e Capodanno”.

L’iniziativa intende “captare le attenzioni dei numerosi fruitori del mondo taorminese, attualmente indirizzati verso realtà alternative”. L’obiettivo è quello intanto di invitare l’utenza a “trascorrere il proprio tempo libero a Taormina”.

Si intende offrire agli avventori che sceglieranno la nostra città un’occasione certa di risparmio, consentendo di potere usufruire presso le attività della cittadina una riduzione variabile (a scelta ed in base alla categoria di appartenenza) fino ad un massimo del 30%, e per ogni acquisto verrà consegnato un buono valido per uno sconto presso i ristoranti aderenti”.

“Anche l’Associazione Albergatori di Taormina – conclude il documento – partecipa al programma mettendo a disposizione il proprio sito ed i propri mezzi per la diffusione delle informazioni. Fine primario dell’iniziativa è quello di intercettare la clientela che, sempre più numerosa (fuori dai periodi stagionali) negli ultimi anni sta disertando Taormina”.

L’orientamento per un programma di Natale tra arte, cultura e natura, accompagnato da un taglio ai prezzi, viene ritenuta dai direttivi delle associazioni “un’occasione utile per l’immagine della nostra città, ma anche di ripresa per la l’economia del paese, che siamo convinti capirà la necessità e l’urgenza dell’iniziativa”.

Così le forze economiche tentano di fronteggiare il momento difficile, che si inserisce in un quadro complicato per l’Italia e l’Europa ma che appare anche una crisi locale dentro la crisi internazionale. Taormina ha indubbiamente importanti potenzialità ma sin qui, da diversi anni, riesce a sfruttare solo in minima parte il proprio sex appeal.

Uno dei tanti ostacoli verso il rilancio è stato sinora quello dei prezzi da più parti ritenuti abbastanza alti e in tal senso ora qualcosa si muove, per dare un doveroso segnale di piena competitività che a questo punto dovrebbe essere esteso a tutti i vari alberghi e subito intanto ai parcheggi Lumbi e Porta Catania.

© Riproduzione Riservata

Commenti