Il capo di Al Qaeda sarebbe stato trovato e ucciso per una soffiata del suo vice: il complice una spia della Cia

Bin Laden con Al Zawahiri

A far individuare il rifugio di Osama Bin Laden ad Abbottabad, in Pakistan, è stato Ayman al Zawahiri, inviando per due volte nel nascondiglio un individuo notoriamente seguito dalla Cia.

A sostenerlo è l’emittente Al Arabiya, che ha deciso di mandare in onda un documentario sulla “Battaglia per la leadership di Al Qaeda”. Nel servizio si sottolinea che ogni volta che Zawahri è salito nella scala gerarchica “uno dei suoi rivali è stato ucciso”.

Sull’uccisione di Bin Laden, gli autori della pellicola sostengono che Zawahiri abbia più volte inviato nella casa in cui si nascondeva ad Abbottabad un individuo che era sotto il controllo della Cia.

E come racconta una fonte vicina alla leadership di Al Qaeda non si è trattato di una semplice coincidenza. Per il film di Al Arabiya, ora che Zawahiri è arrivato ai vertici di dell’organizzazione terroristica, la lotta interna non si è fermata, anzi è solo agli inizi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9nF6cBfbZmk[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti