Superpippo deluso, lascerà i rossoneri: Allegri non lo vede, lui ha ancora “fame” di gol. L’addio a gennaio

Pippo Inzaghi

Per un grande bomber come lui, che da sempre vive di gol, non potrebbe esserci peggior Natale. E’ un calvario ormai per Pippo Inzaghi. Il prossimo, quasi certamente sarà l’ultimo nel “gelo” di Milanello. Accantonato, trascurato, abbandonato al suo destino.

No, proprio non se l’aspettava. Non se lo meritava, a suo dire, dopo 125 gol che hanno tappezzato 11 anni di scudetti (2), Champions League (2), Mondiale per Club (1), Supercoppe di Lega (2), Supercoppe d’Europa (2), Coppa Italia (1). Dieci trofei rossoneri dove la griffe di Superpippo è e resterà indelebile.

L’arrivo imminente di Maxi Lopez e quello probabile di un altro attaccante lo spingono lontano da Milanello. L’ultimo Natale rossonero Inzaghi lo trascorrerà preparando le valigie per un viaggio (di sola andata) lontano dalla serie A.

Il bomber sta scrutando un orizzonte molto vasto. Alla ricerca di altri euro-gol (Champions League ed Europa League potrebbero vederlo protagonista nella seconda fase) o di sostanziosi ingaggi (ma non è mai stato un cacciatore di soldi, altrimenti non sarebbe rimasto quest’anno al Milan) in almeno tre continenti: Mls (la ricca lega nordamerica), gli Emirati Arabi e il Giappone.

Ma prima di togliere il… disturbo, Pippo (38 anni) vorrebbe avere precise e chiare risposte dal Milan e, più precisamente da Allegri, riguardo al trattamento ricevuto.

“Superpippo” ha ancora voglia di essere protagonista: è l’uomo dei record, con i suoi 315 gol in carriera, tra squadre di club e nazionali, che lo collocano al 5° posto assoluto nella classifica dei cannonieri italiani di sempre, alle spalle di Silvio Piola (364 gol), Giuseppe Meazza (338), Roberto Baggio (318) e Alessandro Del Piero (316).

Inzaghi vuole continuare la “caccia” a Raul, che lo precede nella classifica di sempre dei bomber europei (72 a 70), ed avere una chance di poter giocare in Europa. Quella che il Milan in questa stagione gli ha sinora negato.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Y9c0H_7Nn4Q[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti