Calderoli annuncia manifesti di Alfano a braccetto con Bersani-Casini: “Pdl ha tradito il mandato del popolo”

Roberto Calderoli

L’asse con il Pdl si è rotto. Lo ribadisce Roberto Calderoli, ex ministro della Semplificazione, a Repubblica: “Non parlino di alleanze. E’ incontrovertibile: se uno sta alla maggioranza e l’altro all’opposizione, e se ci si era presentati insieme per governare il Paese, è chiaro che ora come ora non c’è più niente”.

Da parte del Pdl “c’è stato un tradimento del mandato del popolo su chi doveva governare” e poi Berlusconi “ha rinunciato a proporre una maggioranza alternativa alle sue dimissioni. E ha benedetto un governo messo in pista da tempo con l’obiettivo di farlo fuori”. E che per ora “non sta facendo niente per la crescita: il ritorno dell’Ici sulla prima casa, il taglio delle pensioni..”. Quanto alle cene del lunedì “Berlusconi le faccia con Monti, così decidono cosa fare”.

Sul futuro “mi pare impraticabile che il governo e le forze che lo sostengono, Pdl in primis, non vogliano proseguire una strada già tracciata. Entro la fine dell’anno ci sono scadenze importanti da rispettare, con molte risorse da distribuire sul territorio. Vedremo come si comporteranno: altrimenti sulla strada ci sono delle belle trappole già pronte. E prepareremo dei bei poster con Alfano, Bersani, Casini e Di Pietro a braccetto”. Per sapere cosa farà la Lega appuntamento a Vicenza per il Parlamento padano, “si è chiuso un ciclo e se ne apre un altro”.

© Riproduzione Riservata

Commenti