Finisce 1-1 con il Trabzonspor, ora è certo il primo posto nel girone. Alvarez sblocca, pareggia Altintop

Ricky Alvarez

Stavolta può andare bene così. L’Inter non vince ma fa festa lo stesso. Finisce 1-1 in casa del Trabzonspor. La squadra di Ranieri è la prima italiana ad accedere agli ottavi di Champions League.

Il tecnico voleva centrare la qualificazione in Turchia e lo ha fatto prima di scendere in campo, perché il Lille è andato a vincere per 2-0 in casa del Cska Mosca regalando così ai nerazzurri l’aritmetica certezza del passaggio del turno. La notizia è arrivata quando la squadra era in campo per il riscaldamento.

L’Inter ha potuto così giocare senza troppa pressione, nonostante l’ambiente infuocato dello stadio di Trebisonda (in turco Trabzon). L’Huseyin Avni Akerdi era una bolgia, con i tifosi turchi che hanno incitato la squadra per tutta la partita, accarezzando il sogno degli ottavi di finale alla prima volta del club in Champions: impresa ancora possibile.

Ranieri si affida a un trio tutto argentino in attacco: Alvarez, dietro a Zarate e Milito. La partita si mette subito bene, perché Alvarez trova il gol con un sinistro preciso dopo un bel triangolo con Milito versione assistman al limite dell’area. È il primo gol in Champions per il giovane talento acquistato dal Velez. È troppo presto però per festeggiare, perché Altintop al 23′ beffa Julio Cesar da fuori con un tiro imparabile che si insacca sotto l’incrocio, complice una deviazione di Samuel. Il primo tempo si conclude sull’1-1. Nella ripresa non ci sono cambi. L’Inter soffre in avvio ma poi cresce e sfiora il gol con Zarate in un paio di occasioni. Per il Trabzonspor il più pericoloso è sempre Altintop.

Ma il brivido più grande ai nerazzurri lo fa venire Adrian, che al 76′ colpisce un palo interno di testa. Il risultato non cambia più e va benissimo ai nerazzurri, cui bastava conquistare un solo punto per avere anche l’aritmetica certezza del primo posto – a quota dieci – con le tre inseguitrici a cinque punti.

Diventa così un’amichevole di lusso l’ultima sfida del girone B, a San Siro contro il Cska Mosca. Ranieri voleva un’altra vittoria dopo quella conquistata in campionato con il Cagliari, non è arrivata, ma va bene lo stesso. Ora i nerazzurri non hanno più il pensiero della Champions fino agli ottavi, e questo è un bel vantaggio.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xmifi1_superstadyum-net-trabzonspor-1-1-inter_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti