Il presidente della Camera, Fini, alla convention del Terzo Polo a Verona: “se fallisce Monti fallisce l’Italia”

Gianfranco Fini

“La prossima settimana l’ufficio di presidenza e il Collegio dei questori riformeranno i costi della politica, abolendo il vitalizio per gli ex parlamentari”.

Lo ha annunciato il leader di Fli e presidente della Camera, Gianfranco Fini dal palco dell’assemblea nazionale del Terzo Polo a Verona. “E’ una piccola cosa – ha spiegato Fini – ma è la forza principale attraverso la quale la politica riesce ad essere d’esempio”. Il presidente della Camera ha poi spiegato che “il governo Monti è l’ultimo governo in grado di fare uscire l’Italia dalla crisi. Se fallisce, non fallisce Monti ma l’Italia intera”.

Al governo Monti, Fini ha promesso “sostegno leale a un governo che nasce con una montagna di problemi da superare. Monti ha indicato la necessità di coesione sociale in un momento in cui il divario tra italiani si è allargato. C’è una stragrande maggioranza che ha visto scendere il suo livello di vita, la croce del ceto medio di chi vive con il salario e un reddito fisso. Le idealità del Terzo Polo – ha concluso Fini – possono essere importante contributo per fare in modo ad esempio che quando si parla di giustizia sociale nel mercato del lavoro, per il futuro dei nostri figli e i giovani sono categoria più debole in assoluto”. Sono oltre 3mila le persone giunte all’assemblea nazionale del Terzo Polo che si svolge oggi all’Auditorium di Verona Fiere.

Tra i giovani che indossano la maglietta che porta il titolo dell’assemblea “Viaggio nel Nord tradito”, sono arrivati anche i leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini e il leader di Api Francesco Rutelli.

© Riproduzione Riservata

Commenti