Lotito supera l’Arsenal nella corsa per assicurarsi a gennaio il bomber del Colonia: le prime conferme

Lukas Podolski

Dopo aver centrato il colpo Klose, la Lazio punta a fare altrettanto con un altro nazionale tedesco. In vista del mercato di gennaio, il presidente Lotito vuole regalare a mister Reja l’attaccante Lukas Podolski.

Un’idea, il segnale di una società decisa ad acquistare altri campioni, il solco tracciato da Miro Klose, formidabile traino, altri concreti indizi raccolti nei giorni scorsi, un filo comune legato al romeno Ionati, riserva del Colonia, altro attaccante entrato nell’orbita biancoceleste, magari per essere parcheggiato.

L’indiscrezione è stata ripresa e sviluppata in Germania. Ieri non si parlava d’altro. «Il Re chiama il Principe» ha titolato la versione on line della Bild, dove il nuovo Re di Roma viene identificato in Miroslav Klose e il Principe risponde al nome di Lukas Podolski, scadenza di contratto nel giugno 2013, trattato l’estate scorsa dalla Roma e attratto dalla prospettiva di misurarsi nel campionato italiano. Magari proprio accanto al suo partner d’attacco della nazionale tedesca, con cui condivide anche le origini polacche, compagno di squadra ai tempi del Bayern Monaco.

Podolski ha solo 26 anni e la voglia di affermarsi lontano dal Colonia, anche per cancellare l’esperienza poco fortunata con i bavaresi. Forse non andrà via a gennaio, è difficile che il suo club lo lasci partire, ma sicuramente partirà a giugno. E le condizioni d’acquisto potrebbero essere favorevoli, non dai costi proibitivi che tutti immaginano.

Così la Lazio sta provando a informarsi e forse avrebbe preferito tenere i fari spenti su un’idea da trasformare in trattativa, considerando gli scenari: molto dipenderà anche dal destino di Zarate, se verrà riscattato o meno dall’Inter. E poi c’è la variabile gennaio: Podolski ha le caratteristiche ideali per adattarsi al tridente oppure al 4-2-3-1.

Podolski e il suo procuratore hanno dato un’apertura importante e che non può essere trascurata. Il club tedesco s’è irrigidito. «Ha ancora un anno e mezzo di contratto, quindi rimane. Penso che possa prolungare il contratto con noi, anche se capisco la sua ambizione di giocare in una buona squadra, ma è quello che vogliamo creare intorno a lui con il tempo» ha spiegato Stale Solbakken, tecnico del Colonia. «Podolski è il nostro giocatore più prezioso – ha spiegato il direttore sportivo Volker Finke – Vorremmo tenerlo a vita al Colonia e faremo di tutto per trovare un’intesa».

L’apertura, però, è arrivata dall’attaccante polacco-tedesco, ieri sera impegnato nell’amichevole di Amburgo con l’Olanda. «Ho sempre tenuto il mio futuro su un binario incerto. Questo perché nel lasso di tempo che mi porterà alla scadenza voglio vedere come si sviluppa il club» ha spiegato senza dare alcuna assicurazione sul rinnovo, che continua a non firmare.

Ancora più esplicito Kon Schramm, il suo procuratore, attraverso alcune dichiarazioni rilasciate al sito cittaceleste. «Podolski alla Lazio? Per ora preferisco non commentare, è troppo presto parlare di mercato. A gennaio si vedrà. Ma nel parlarne con lui, il calciatore ha dimostrato interesse». La Lazio, se vuole, può davvero arrivarci a Podolski, sfruttando ovviamente la sponda di Klose, un leader riconosciuto da tutti a Formello.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=FaELvoi1X94[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti