La escort pugliese alla radio: “io ho solo raccontato la verità, non volevo far cadere il governo. Lui è un grande”

Patrizia D'Addario

Dopo di lei il “diluvio”. Tutto è iniziato con le sue rivelazioni esplosive e da allora è stato un crescendo “rossiniano” di scandali, gossip, indagini, intercettazioni e quant’altro.

Prima ancora del caso Ruby è stata lei il detonatore della fine del Cavaliere. Stiamo parlando di Patrizia D’Addario, la escort pugliese protagonista che nel 2009 ha scosso il mondo della politica con un vero e proprio terremoto.

“Sono dispiaciuta per le dimissioni di Silvio Berlusconi e per gli insulti che ha ricevuto dopo averle date. Lui sarà ricordato come un grande presidente». E’ quanto afferma la D’Addario, intervenuta al programma di Radio2 «Un Giorno da Pecora».

Crede che lo scandalo di cui è stata protagonista possa avere in parte contribuito a minare la stabilità politica di Berlusconi? le è stato chiesto. «Assolutamente no», ha risposto. «Io ho solo raccontato la verità, non volevo certo far cadere il governo».

L’ormai ex premier le sembra provato fisicamente? «Ho conosciuto una persona solare e ora mi sembra provato», ha aggiunto la D’Addario, che se potesse dargli un suggerimento gli direbbe di «non mollare e di continuare ad occuparsi dei problemi del Paese». Alla domanda, infine, se Berlusconi si ricandiderà, Patrizia D’Addario ha risposto: «Io penso di si. È una persona forte e, a maggior ragione dopo tutto quello che è successo, deve lottare per il bene dell’Italia».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DCYyPUbgx6M[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti