I due esponenti Pd lasciano la carica di vicepresidente del Consiglio e la presidenza della Quarta commissione

dimissioni

Ventiquattro ore dopo la nota con la quale il Pd ha lasciato la maggioranza, i due consiglieri comunali del partito, Sergio Cavallaro e Piero Benigni, hanno dato seguito ieri mattina alla decisione con gli atti conseguenziali.

Cavallaro ha protocollato le sue dimissioni da vicepresidente del Consiglio comunale, mentre Benigni si è dimesso da presidente della Quarta Commissione consiliare. Da questo momento i due consiglieri siederanno sui banchi dell’opposizione comunale.

La maggioranza scende nuovamente da 12 a 10 consiglieri. Era già successo quando Carmelo Valentino e Jonathan Sferra presero le distanze dalla coalizione, per poi rientrare nei mesi successivi. Stavolta il quadro sembra ben diverso.

Il Pd potrebbe ora avviare un dialogo con i partiti del Terzo Polo, Udc e Fli, per riscontrare la possibilità di convergenze di programma in vista delle elezioni 2013. In questa stessa piattaforma politica vi è a Taormina anche “Grande Sud”, che sta già lavorando ad un programma congiunto con Udc e Fli.

Sull’altro fronte, quello dell’Amministrazione, rimangono Mpa e Pdl: proprio gli esponenti locali del partito di Berlusconi hanno annunciato una conferenza stampa per martedì.

In queste ore, intanto, è attesa una presa di posizione ufficiale del sindaco Mauro Passalacqua, che ha preannunciato delle dichiarazioni a commento del documento del Pd e dell’attuale situazione politica.

© Riproduzione Riservata

Commenti