Ore di apprensione nella capitale del turismo siciliano: esondano il “Santa Venera” e “Sirina”. Massima allerta 

torrente Santa Venera in piena

Incubo maltempo e massima allerta nella zona jonica, dove una insistente perturbazione sta interessando tutto il comprensorio jonico e la Valle dell’Alcantara.

Un violento nubifragio si è abbattuto su Taormina provocando molti allagamenti e facendo esondare i principali torrenti. 

Il “Sirina” (nei pressi dell’ospedale San Vincenzo) è straripato sino al livello della strada ed ha trascinato in mare un’autovettura che era stata incautamente lasciata a pochi metri di distanza dal letto del corso d’acqua.

Ancora più impetuosa l’attività del torrente “Santa Venera” che si è innalzato minacciando di raggiungere la strada dove si trova l’omonimo ponte in attesa di ristrutturazione e in una zona dove comunque si registra un continuo flusso veicolare di snodo tra Taormina, Giardini e Trappitello. Diverse persone hanno abbandonato, con curiosità e preoccupazione, i propri mezzi per assistere al fenomeno in itinere e sincerarsi dell’effettiva situazione. Si è reso necessario l’intervento deib Vigili del Fuoco e le locali unità di Radio Valle Alcantara – Protezione Civile.

Una ricognizione generale dello stato dei luoghi è stata effettuata dal dirigente dell’Ufficio comunale di Protezione Civile, Giovanni Coco.

Subito sotto controllo le scuole, che per motivi di sicurezza rimarranno chiuse nella giornata di domani. E0 comunque in atto una costante attività di presidio del territorio da parte delle Forze dell’Ordine. Il Vicequestore, dott. Renato Panvino ha invitato la popolazione alla massima prudenza negli spostamenti ed evidenziato la necessità di evitare spostamenti in macchina se non indispensabili. Il dirigente della Polizia di Stato, insieme agli agenti della Ps, si è recato nei vari istituti scolastici del comprensorio, e tra l’altro anche a Letojanni dove un torrente è esondato.

Si registrano ancora una volta problemi all’erogazione idrica a Trappitello, dove si è reso necessario intervenire per ripulire i pozzi invasi dal fango. Incessanti i black out elettrici.

Numerosi gli allagamenti a Trappitello, in particolare nella zona di contrada Arancio.

A pochi km da Taormina, da segnalare la drammatica situazione a Castelmola. Il territorio è stato investito da una colata di acqua e fango e per buona parte è rimasto al momento isolato dalle frane. Il sindaco del borgo, Antonietta Cundari, invita la popolazione a rimanere nelle proprie abitazioni. In corso alcuni interventi di somma urgenza per provare a liberare le strade.

Ecco le immagini dei torrenti Santa Venera e Sirina.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=z4itwFNGEwg[/youtube]

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DWCZj68AIIQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti