“Lascio subito dopo la legge di stabilità”. Il Quirinale: “Premier si è detto consapevole del risultato del voto”

Silvio Berlusconi getta la spugna

“Prima la legge stabilità e poi mi dimetto”. Sono queste le parole pronunciate da Silvio Berlusconi a Giorgio Napolitano durante l’incontro al Quirinale.

Un faccia a faccia, durato quasi un’ora, subito dopo che il premier ha perso la maggioranza alla Camera durante il voto del rendiconto generale dello Stato. Al Colle è salito con Gianni Letta. Subito dopo aver lasciato Il Quirinale, Berlusconi ha convocato un vertice con gli esponenti del Pdl a Palazzo Grazioli.

A confermare le intenzioni del premier anche una nota del Colle. «Il Presidente del Consiglio ha manifestato al Capo dello Stato la sua consapevolezza delle implicazioni del risultato del voto odierno alla Camera; egli ha nello stesso tempo espresso viva preoccupazione per l’urgente necessità di dare puntuali risposte alle attese dei partner europei con l’approvazione della Legge di Stabilità, opportunamente emendata alla luce del più recente contributo di osservazioni e proposte della Commissione europea».

Il comunicato poi aggiunge: «Una volta compiuto tale adempimento il Presidente del Consiglio rimetterà il suo mandato al Capo dello Stato, che procederà alle consultazioni di rito dando la massima attenzione alle posizioni e proposte di ogni forza politica, di quelle della maggioranza risultata dalle elezioni del 2008 come di quelle di opposizione»

I «sì» in aula si fermano dunque a quota 308, otto voti sotto la maggioranza assoluta. Il resto è storia di questa serata che “profuma” di svolta.

“Il governo non ha più quella maggioranza che noi credevamo di avere e quindi dobbiamo con realismo prendere atto di questa situazione e preoccuparci della situazione italiana e di ciò che sta accadendo sui mercati e del fatto che non credono che l’Italia sia capace e abbia l’intendimento di approvare queste misure che l’Europa ci ha chiesto”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al Tg5. Cronaca di una fine imminente. Il dado stavolta è tratto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mIqpPWW8qWY[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti