“Battesimo” dell’aula dopo i lavori e riconoscimentio ai Carabinieri per le indagini sulla rapina del 14/09/10

la cerimonia in Comune

E’ stata inaugurata con apposita cerimonia la rinnovata sala consiliare del Comune di Taormina che cosi si è riconsegnata alle sue funzioni principali dopo alcuni lavori di maquillage. Gli interventi posti in essere hanno riguardato l’ammodernamento dell’aula ma anche la messa in sicurezza e a norma degli impianti, con adeguamento e rivisitazione degli spazi.

Presenti per l’occasione, alla cerimonia di inaugurazione, i vertici istituzionali della città e le autorità civili e militari: il Consiglio comunale presieduto da Eugenio Raneri e la Giunta diretta da Mauro Passalacqua, ma anche i massimi rappresentanti delle Forze dell’Ordine e soprattutto il Prefetto di Messina, Francesco Alecci. Era presente inoltre Claudio Domizi, comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri.

“Sono contento di essere qui – ha detto il Prefetto – ad una cerimonia che rimarrà nella storia della comunità taorminese. In questa sede confermo la mia piena collaborazione con la città e le sue istituzioni, nel reciproco rispetto dei ruoli e con la volontà condivisa di fare il bene della collettività”.

Nel corso della cerimonia è stato conferito dal Comune l’encomio solenne all’Arma dei Carabinieri di Taormina per “l’impegno profuso ed i risultati conseguiti nelle indagini sulla rapina avvenuta il 14 settembre 2010 ai danni di una nota gioielleria di Corso Umberto”. Il riconoscimento è stato assegnato al Comandante della Compagnia, il capitano Gianpaolo Greco, ed i suoi uomini, “per la costante ed efficace azione di contrasto alla criminalità, e nello specifico per le complesse attività di indagine poste in essere e che hanno assicurato alla giustizia gli autori dell’efferata rapina avvenuta a Taormina il 14 settembre 2010, un episodio che aveva destato allarme sociale nella cittadinanza”.

Insieme al capitano Greco, premiati anche l’Aliquota operativa, la Stazione di Taormina ed il Nucleo Radiomobile di Giardini, nelle persone del maresciallo Salvatore Vittorio ed il comandante Enzo Franzone. La cerimonia di inaugurazione della sala consiliare è stata allietata da alcuni brani eseguiti dall’Orchestra a Plettro Città di Taormina. Un encomio, nel corso della cerimonia, è stato conferito anche alla dott.ssa Milena Vecchio, collaboratrice della presidenza del Consiglio per l’impegno logistico ed organizzativo profuso nell’ambito delle attività che hanno portato al maquillage e quindi all’inaugurazione della sala consiliare.

“Per quanto concerne l’operato di questa Amministrazione – ha spiegato il sindaco – abbiamo riequilibrato in tre anni una situazione economica difficile e la città ora guarda serenamente al futuro. Certamente Taormina è anche una città sicura e va sottolineato perchè qualche anno fa c’era chi voleva militarizzarla e avremmo dato nel mondo un’immagine non vera del nostro territorio. La storia racconta la Taormina di un tempo, quella degli anni d’oro, che molti rimpiangono, ma quella Tormina giocoforza non ci può essere più”

“Certamente – ha detto il presidente Raneri, che ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato al piano di interventi attuato – è stato fatto un lavoro accurato e nel quale è stato profuso un grande impegno per rendere quanto più funzionale possibile la sala del Consiglio comunale, che rappresenta una parte di storia di questo Comune. Si poteva fare di più? Chi chiamato a succederci non avrebbe avuto altro da fare. Noi nei limiti degli stanziamenti del bilancio abbiamo puntato su efficienza e sicurezza e riteniamo di aver centrato questi due obiettivi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti