I pirati informatici pronti ad un blitz contro Fb: oggi giornata col fiato sospeso per milioni di internauti

Anonymous

Sabato 5 novembre, per tutta la giornata, milioni di internauti fedeli frequentatori di Facebook saranno con il fiato sospeso.

Già nell’agosto scorso il gruppo di hacker “Anonymous” aveva annunciato, con un video messo in Rete, un attacco in grande stile contro il social network creato da Marc Zuckerberg.

Nel messaggio lanciato attraverso internet, i pirati informatici affermavano che Facebook verrà distrutto per “tutelare la libertà d’informazione e la privacy”, dal momento che tutti i dati degli utenti restano nell’archivio della piattaforma sociale per sempre, anche nel caso in cui venga cancellato l’account.

Ma dall’annuncio dell’attacco contro Facebook programmato per il 5 novembre – anniversario del complotto anti-parlamento nel Regno Unito di Guy Fawkes nel 1604 – sono arrivate numerose smentite e altre ipotesi, tra cui un blitz informatico contro Fox News, il canale tv di Rupert Murdoch.

Nei mesi scorsi, gli hacker di “Anonymous” hanno già violato, tra gli altri, gli archivi di Nato, Paypal, Playstation e dei governi siriano e egiziano.

© Riproduzione Riservata

Commenti