Rasmussen: “favorevoli a soluzione diplomatica, non abbiamo alcuna intenzione di intervenire militarmente”

Anders Rasmussen

La Nato non ha “alcuna intenzione di intervenire” in Iran, ed è favorevole alla ricerca di una soluzione diplomatica nel dossier nucelare iraniano. Lo ha dichiarato oggi il segretario generale delle Nazioni Unite, Anders Fogh Rasmussen.

“La Nato non ha alcuna intenzione di intervenire in Iran e non è coinvolta, come alleanza, nella questione iraniana”, ha indicato Rasmussen.

Ha così fatto chiarezza sulla spinosa questione Iran, commentando le notizie diffuse dai media israeliani relative al dibattito in corso in seno al governo israeliano sull’opportunità di attaccare o meno i siti nucleari iraniani.

“Noi sosteniamo gli sforzi internazionali per ricercare soluzioni politiche e diplomatiche al problema iraniano, e invitiamo i dirigenti iraniani a conformarsi alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu e a mettere fine all’arricchimento dell’uranio”, ha aggiunto il segretario generale della Nato, parlando dalla sede dell’Alleanza a Bruxelles. I media israeliani, negli ultimi giorni, hanno dato conto di un dibattito in seno al governo tra i membri favorevoli a un intervento militare contro l’Iran – tra cui il primo ministro Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Ehud Barak – e gli oppositori, ancora in maggioranza.

© Riproduzione Riservata

Commenti