Nella classifica Forbes il nuovo governatore della Bce balza al dodicesimo posto. Berlusconi solo ventunesimo

Mario Draghi

E’ il nuovo capo della Bce, Mario Draghi, l’italiano più potente al mondo. Almeno secondo la classifica annuale redatta dalla rivista Forbes. L’ex governatore della Banca d’Italia si piazza, come new entry, al 12esimo posto, staccando nettamente «Silvio Berlusconi e famiglia», come indica la rivista, al 21esimo posto.

Al di là della sfida tutta italiana tra Mario Draghi e il premier, secondo Forbes è Barack Obama l’uomo più potente della terra. Dietro di lui il leader russo Vladimir Putin.

Quest’anno la rivista ha presentato così la sua lista: «Ci sono sette miliardi di persone sulla terra, questi sono i 70 che contano». Da notare che Obama ha superato, rispetto all’anno scorso, il presidente cinese Hu Jintao, calato al terzo posto, dietro Putin, considerato vicino alla rielezione per la guida del Cremlino.

Al quarto posto, prima donna, Angela Merkel, davanti al 5/o in classifica, Bill Gates. Sesto è il presidente saudita Aziz, settimo Benedetto XVI, seguito dal capo della Fed, Ben Bernanke. Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg è in nona posizione, e con i suoi 27 anni è il più giovane della lista. A chiudere la top ten, il premier inglese David Cameron.

© Riproduzione Riservata

Commenti