In uno spot elettorale il protagonista fuma… e stronca la campagna presidenziale del candidato repubblicano

Herman Cain

Adesso è chiaro a molti osservatori che quando Mark Block, il direttore della campagna presidenziale Usa di Herman Cain (quello del piano tasse 9-9-9), ha girato un video promozionale a favore del suo candidato chiudendo con una bella tirata di sigaretta, era confuso.

Secondo alcuni analisti, Block si é confuso con la campagna elettorale in Kirghizistan, uno degli stati post-sovietici in asia centrale. Altri affermano che Block si é fatto probabilmente influenzare dal segretario dei Pd, Pierluigi Bersani, il politico italiano che ama farsi riprendere con il sigaro in bocca.

Sta di fatto che il video di Block con la sua sigaretta in bocca é subito andato “viral” su YouTube, innescando un acceso dibattito nei talk show radiofonici e televisivi e finendo anche sulla stampa, incluso il “The New York Times”.

In principio si era messo in dubbio che il video di Block con in bocca la sigaretta accessa fosse autentico, poi peró é stato lo stesso Block a confermare alla rete Tv Cbs, di essere proprio lui.

Con l’azione di Block si é messo in discussione tutta la piattaforma elettorale del candidato nero repubblicano, Cain: il fatto che il suo piano fiscale aiuti solamente i ricchi, non avere idee sull’economia, non offrire un sostegno ai piú bisognosi, specialmente giovani e vecchi e soprattutto il fatto che invece di cercare consensi, polarizzi l’elettorato.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xlyihs_cain-s-campaign-manager-smoking-in-web-spot_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti