Per Superpippo non c’è più spazio al Milan: a gennaio potrebbe andare ai friulani per dare la “caccia” a Raul

Filippi Inzaghi

Quella che sembra solo un’idea da fantacalcio, nelle prossime settimane potrebbe trovare conferme. Filippo Inzaghi all’Udinese a gennaio è un’ipotesi da non scartare.

L’attaccante di Piacenza, al momento del rinnovo del contratto fino al giugno 2012, non aveva avuto garanzie dal Milan sul suo impiego.

Ecco perchè non può essere una sorpresa la sua assenza dai campi di gioco in questo inizio di stagione. Nelle gerarchie di Allegri Inzaghi ora è ultimo, dietro a Ibrahimovic, Pato, Cassano, Robinho ed El Shaarawy.

Inzaghi non ha mai preteso nulla, ma avrebbe voluto maggiore considerazione. A 38 anni si sente ancora in grado di dire la sua, anche in una grande squadra come il Milan. Un pensiero che, dati alla mano, non condivide Allegri, pronto a rinunciare ad Inzaghi a gennaio.

Le offerte per Super Pippo non mancano, oltre a Parma e Atalanta, ci sarebbe anche l’Udinese sulle sue tracce. In Friuli Inzaghi potrebbe avere quella qualità che gli manca e contiunuare ad inseguire il record di gol in Europa.

Quattro di fila sono le esclusioni di Inzaghi dalla lista dei convocati di Max Allegri. Il segnale è chiaro. Ma lui, SuperPippo, ha ancora voglia di essere protagonista: è l’uomo dei record, con i suoi 315 gol in carriera, tra squadre di club e nazionali, che lo collocano al 5° posto assoluto nella classifica dei cannonieri italiani di sempre, alle spalle di Silvio Piola (364 gol), Giuseppe Meazza (338), Roberto Baggio (318) e Alessandro Del Piero (316).

In terra friulana “Superpippo” potrebbe continuare la “caccia” a Raul, che lo precede nella classifica di sempre dei bomber europei (72 a 70), ed avrebbe la chance di poter giocare senza problemi  l’Europa League non essendo stato inserito nella lista Champions dal Milan.

L’Udinese ha un piede nei sedicesimi di Europa League e ha bisogno di un attaccante che faccia rifiatare il 34enne Totò Di Natale, in attesa del ritorno di Barreto. In questo caso gli ostacoli da superare per vedere Pippo con i bianconeri friulani sono due: l’ingaggio (alto) e la politica dei Pozzo, che puntano sui giovani e non su calciatori a fine carriera.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=89-FqrLXyA0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti