Doppietta del bomber, a Torino è 2-1 per i bianconeri, che tornano in vetta. Ai viola non basta il gol di Jovetic

Alessandro Matri

La Juve batte 2-1 la Fiorentina e vola in vetta alla classifica di Serie A in attesa delle sfide Udinese e Lazio di mercoledì sera. Prova convincente, soprattutto nel primo tempo, da parte dei bianconeri che sabato giocheranno la supersfida di San Siro contro l’Inter con il giusto spirito e la consapevolezza di aver ritrovato una condizione psicofisica ottimale

Conte presenta la sua squadra col 4-3-3 con Vucinic, Matri e Pepe come tridente offensivo. Ancora panchina per capitan Del Piero e tribuna per Krasic, sempre più incognita di questa stagione.

Una Juve arrembante nel primo tempo schiaccia la Fiorentina nella sua metà campo. La squadra di Conte mette sempre grande intensità nel suo gioco e passa al 10′ con Bonucci, lesto a ribattere in rete una goffa respinta bassa di Boruc.

La Fiorentina non c’è ma la Juve colpevolmente non approfitta della mole di gioco e della clamorose occasioni create da Pepe e Vucinic. Conte in panchina si dispera per gli errori dei suoi giocatori.

Ad inizo ripresa la Fiorentina scende in campo con altro piglio, è più reattiva e presenta in campo il rientrante Gilardino al posto di Cerci. La squadra di Mihajlovic trova il pari al 58′ con Jovetic bravissimo dal limite a trovare l’incrocio dei pali.

La Juve è però una squadra tosta e, ritrovato il giusto assetto, risponde al gol di Jovetic con il solito Matri: al 65′ Pepe trova, in equilibrio precario, un assist incredibile per l’ex attaccante del Cagliari che batte Boruc per la gioia dello Juventus Stadium e la rabbia di Conte che spacca un tabellone pubblicitario con un calcio.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xlxq12_juventus-2-1-fiorentina_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti