Castiglione riunisce i berlusconiani dell’Ars: Pdl in aula per spodestare il governatore da Palazzo d’Orleans

Giuseppe Castiglione

Il gruppo parlamentare all’Assemblea regionale siciliana del Pdl riunitosi nella sede di Palermo alla presenza del coordinatore regionale Giuseppe Castiglione, ha dato il via libera alla mozione di sfiducia al governatore Lombardo.

“Abbiamo articolato il documento sostanzialmente in tre punti – spiega il capogruppo Innocenzo Leontini -: la mancata spesa dei fondi europei, il ribaltone politico effettuato dal governatore, tradendo di fatto la volontà degli elettori, e la drammatica situazione dei servizi pubblici locali in Sicilia (rifiuti, acqua e trasporti)”.

Inoltre, per accogliere il grido d’allarme proveniente dalla imprese, hanno deciso di presentare a Sala d’Ercole un disegno di legge sullo sviluppo “per rispondere alle aspettative dei siciliani che stanno vivendo una difficile crisi sotto l’indifferenza del governo Lombardo”, come sottolinea il coordinatore regionale Giuseppe Castiglione.

Infine, i parlamentari del Pdl di Sala d’Ercole hanno deciso la volontà di chiedere al Parlamento siciliano una seduta d’Aula specificatamente sulla questione degli Ato rifiuti in Sicilia.

Lombardo intanto prepara le contromosse. “Le priorità del Partito Democratico sono lo sviluppo e il lavoro da sostenere, in particolare, destinando più fondi al credito d’imposta per l’occupazione e gli investimenti e finanziando le zone franche urbane con fondi comunitari. Su queste proposte il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, ha garantito l’impegno del Governo, già a partire dalla prossima finanziaria, nel corso dell’incontro che si è tenuto, stamattina, nel palazzo d’Orleans”. Lo ha detto il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo.

Lo stesso Lupo ha aggiunto: “Abbiamo convenuto sull’importanza di concordare con le parti sociali interventi per la crescita economica e l’occupazione, che devono essere previsti con la prossima manovra finanziaria e si è altresì ribadito l’impegno per l’alleanza delle forze politiche progressiste, moderate e autonomiste per le prossime elezioni amministrative”.

© Riproduzione Riservata

Commenti