Trovate in casa tre bottiglie di vodka vuote, il tasso alcolemico nel suo corpo 4-5 volte più alto della norma

Amy Winehouse

Quella di Amy Winehouse è stata una “morte accidentale” legata ad un abuso di alcol. E’ quanto ha concluso l’inchiesta sul decesso della cantante di Rehab, morta a fine luglio a soli 27 anni.

L’autopsia effettuata sul corpo della star britannica ha rilevato un tasso alcolemico superiore di 4-5 volte al limite consentito. L’inchiesta, che si è svolta oggi a Londra, ha confermato pertanto l’ipotesi che la cantante sia morta per uno shock seguito a uno “stop and go”, cioè a un consumo eccessivo di alcolici dopo un periodo di astinenza.

Nell’appartamento a Camden, zona Nord di Londra, dove Winehouse è stata trovata senza vita la mattina del 23 luglio scorso, sono state trovate tre bottiglie di vodka vuote, due grandi e una mignon, secondo quanto riferito dal coroner alla St.Pancras Coroners Court oggi.

Dopo anni di eccessi di droga e alcol, il padre di Amy, Mitch, aveva detto al mondo che la figlia si era ripresa in “modo fantastico” dalle droghe e che non beveva da tre settimane.

Secondo l’inchiesta, invece, nel sangue della diva soul-jazz sono stati ritrovati 416 milligrammi di alcol, mentre il limite legale per la guida è di 80 milligrammi. I test tossicologici hanno confermato che non c’erano “sostanze illegali” al momento della morte.

Secondo il coroner, Winehouse non aveva più bevuto un goccio a luglio, fino a quel maledetto 22 luglio. Chissà, se qualcuno quella sera si fosse accorto che era completamente ubriaca, forse avrebbe potuto salvarla.

La guardia che la seguiva e che l’ha trovata nel suo letto, Andrew Morris, aveva fatto un controllo verso le 22, ma pensava che stesse dormendo.

E invece si stava consumando in quei momenti il dramma di un’artista morta da sola, travolta dalla tristezza di un successo tanto e troppo più grande della sua debolezza.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xle0ss_tony-bennett-amy-winehouse-body-and-soul-hd_music[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti