Valentino distrutto dal dolore per la morte dell’amico ma per adesso smentisce le voci di un addio alle corse

Valentino Rossi in lacrime

Valentino Rossi ha affidato a Twitter le sue uniche parole dopo la morte di Marco Simoncelli. “Il Sic per me era come un fratello minore, tanto duro in pista come dolce nella vita. Ancora non posso crederci, mi mancherà un sacco”. La tragica fatalità ha voluto che anche la Ducati di Rossi fosse coinvolta nel terribile incidente.

Alcune voci parlano di un ritiro anticipato del Dottore. Il suo entourage ha smentito. “Per quelli che lo chiedono, Vale non sta pensando assolutamente di smettere… Mi dispiace che girino queste notizie false in momenti così”, così l’amico storico e collaboratore di Valentino Rossi, ‘Uccio’ (Alessio Salucci), ha smentito via twitter le voci che volevano un Valentino Rossi intenzionato a dire addio alle moto.

Continua il tributo al campione scomparso. Tutto il mondo sportivo e non si è subito stretto attorno ai familiari. I primi sono stati i piloti: “In pista siamo tutti fratelli. Sento un dolore molto forte. Marco ci mancherà tantissimo”, ha detto Nicky Hayden. “Non so cosa dire in un giorno così. Solo che ci mancherai. Riposa in pace Marco”, gli ha fatto eco Jorge Lorenzo.

Struggente il ricordo di Mattia Pasini, uno dei suoi amici più cari, che su Facebook ha scritto: “Marco… sono stato li con te, fino all’ultimo, ho pregato, versato lacrime come… continuo a fare, e non riesco a trovare una risposta!!! con te credo sia rimasto un pezzo di me, un pezzo di vita, un pezzo di cuore… tutte le nostre avventure, battaglie sin da quando eravamo bimbi… bimbi con un sogno… be’, oggi mi domando se ne vale ancora la pena… due anni fa qua dopo il titolo ci siamo abbracciati e abbiamo pianto insieme, oggi io piango te, perchè non ti potrò riabbracciare”.

Anche il Milan, di cui Simoncelli era un grande tifoso, ha voluto ricordare il centauro romagnolo giocando con il lutto al braccio nella vittoriosa trasferta di Lecce: “Marco era un nostro tifoso e un grande campione, abbiamo appreso la notizia mentre eravamo in pullman e siamo rimasti scioccati. La cosa ci ha molto colpito”, ha detto Adriano Galliani.

Addolorato anche il presidente del Coni, Gianni Petrucci: “Oggi – ha detto – è uno dei giorni più tristi della mia presidenza. La tragica scomparsa di Marco Simoncelli mi ha profondamente turbato e sconvolto. La vita è sacra e non si può morire a 24 anni per una gara”. Il Coni ha anche deciso di far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno oggi in Italia.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=6CaYjmnkK7A[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti