Gli stalli riservati ai portatori di handicap sempre più spesso occupati dai “normali”: e a volte succede che…

stalli per la sosta dei disabili

Ormai lo si sa che a Taormina i furbi sono sempre in agguato in tante circostanze: non è esente da questa cattiva abitudine anche il settore della viabilità, e nella fattispecie ci riferiamo alle “speculazioni” che avvengono sugli stalli riservati alle persone disabili.

In questo caso la problematica concerne gli spazi riservati ai portatori di handicap, sistematicamente occupati da persone che invece non hanno nessuna disabilità e che senza alcun titolo vanno a togliere posteggi a chi ha realmente bisogno di quegli stalli. In diverse zone della città le polemiche si ripetono perchè le persone disabili che hanno degli spazi a loro assegnati arrivano nel punto previsto e trovano invece già parcheggiata l’auto di chi è in condizioni di salute ottimali.

Una beffa che rischia di avere ripercussioni non di poco conto. L’emergenza viene evidenziata anche dai genitori di bambini disabili, costretti a girare invano per il centro storico di Taormina a caccia di una spazio a sosta, perchè gli stalli per disabili sono spesso già occupati. Il tutto avviene a volte mentre il medico attende per la visita dei bimbi.

Un esempio emblematico, che riassume il disagio arrecato a chi ha bisogno da chi invece effettua un uso arbitrario e improprio delle aree a sosta. I vigili urbani cercano di controllare questa tipologia di reati e quando si accorgono di ciò procedono ovviamente ad eseguire delle multe, ma in un territorio che comunque è vasto, tra centro e frazioni, non può essere semplice per un organico di soli 11 agenti di polizia municipale accorgersi di tutti i “furbacchioni” che vanno alla ricerca del posteggio comodo e che si disinteressano delle regole.

© Riproduzione Riservata

Commenti