I tifosi azzurri preparano esodo di massa in Germania: la caccia al biglietto degli italiani di Baviera è iniziata

Allianz Arena di Monaco

Al San Paolo erano in 60 mila per il record storico di spettatori nell’impianto di Fuorigrotta. E ora tutti a Monaco. O meglio, quanti più possibile. Il Napoli è pronto a colorare d’azzurro l’Allianz Arena per la notte del 2 novembre che deciderà gran parte delle chance di qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Il Bayern metterà a disposizione per i tifosi ospiti tremila tagliandi, al costo di 40 euro l’uno. Li invierà la settimana prossima. Ma la caccia dei napoletani che lavorano in Baviera e dintorni è scattata da diversi giorni. Tanti hanno già in tasca biglietti di altri settori. C’è chi l’ha potuto acquistare per tempo su internet.

Promette di essere impressionante la rappresentanza  di napoletani sugli spalti dello stadio bavarese. Come e più di 21 anni fa nell’epica sfida di Uefa, anche stavolta gli italiani che contano di trovare posto per assistere da vicino alla partita sono tantissimi e determinati ad impadronirsi dei seggiolini in teoria riservati ai sostenitori del Bayern.

All’Allianz Arena si va verso il tutto esaurito: tra i 69 mila 901 spettatori almeno 15 mila saranno targati Napoli.

Si prevedono almeno cinquemila tifosi al seguito tra quelli che partiranno dall’Italia; gli altri saranno i residenti in Germania e supporters provenienti da tutta Europa. Dall’Inghilterra, dalla Spagna e dalla Svizzera in particolare: nessuno vuole mancare. Hanno tutti un appuntamento con la storia.

Il popolo azzurro sarà addirittura più numeroso di quando il Napoli di Maradona impose il 2-2 ai tedeschi ma si giocava allora all’Olympiastadion. Dopo l’1-1 dell’andata, i fans azzurri credono nell’impresa contro l’undici di Heynckes, che al momento sembra la formazione più forte d’Europa al pari del Barcellona.

Il Napoli di Lavezzi e Cavani si esprime meglio fuori casa. E non ha paura di nessuno. L’ha dimostrato a Manchester. Pronti i charter. Ma c’è chi viaggerà in auto o in treno pur di vivere una trasferta dai dolci ricordi. D’altronde fu proprio a Monaco che Maradona diede spettacolo già durante il riscaldamento sulle note di “Life is Life”.

Si è meravigliato anche il delegato Uefa presente l’altra sera a Fuorigrotta, il norvegese Trygve Borno, 69 anni, ex calciatore, della grande partecipazione di pubblico alla partita. Ieri ha inviato la sua relazione alla sede Uefa, a Nyon. E’ rimasto sbalordito dalla folla: oltre sessantamila persone (60.074). E l’incasso: € 2.541,504, record di tutti i tempi, anche dell’era Maradona. “Fantastic”, ripeteva Borno martedì notte.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JKit4NCwsdU&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti