Obiettivo per il dopo Del Piero: in estate c’era il City, ora per portare via l’ala della Fiorentina servono 12 milioni

Alessio Cerci

Il mercato di gennaio per la Juve è un progetto in divenire. Legato ad una serie di variabili che è giusto ricordare per mettere in fila le ipotesi. Intanto c’è da capire se alla sosta di dicembre la Juve sarà come ora in vetta alla classifica e questo stimolerebbe senza dubbio appetiti ed entusiasmi scudetto.

Poi bisogna vedere se Conte consoliderà il modulo a una punta, diverso dal 4-2-4 di sempre per lui, e questo potrebbe rendere necessari imponenti interventi di sfoltitura in attacco: posto che Del Piero, salvo colpi di scena davvero clamorosi, andrà via a giugno, che Amauri saluterà di sicuro e Toni molto probabilmente, c’è da chiedersi, restando a una punta, se Quagliarella accetterà di giocarsi un posto con Vucinic e Matri.

Eccolo il colpo in arrivo: si chiama Alessio Cerci. L’ala viola sogna in grande: era in piena involuzione e su di lui ora c’è addirittura la Juventus. E’ un vero momento d’oro quello dell’esterno romano classe 1987: il suo grande rendimento con la maglia della Fiorentina l’aveva portato vicinissimo al Manchester City in estate, ma la richiesta della dirigenza viola aveva fatto fare un passo indietro anche a Roberto Mancini, che lo voleva fortemente per mettere la ciliegina sulla torta alla sua creatura, e al suo clan.

Ora c’è la Juve, come detto. Antonio Conte infatti gioca sulle ali, si sa, ma in questo momento, nonostante l’abbondanza nel ruolo, manca ancora qualcosa. L’allenatore ex Siena si aspettava di trovare un Milos Krasic ai livelli di quello dell’inizio dello scorso anno ma non è stato così: l’esterno serbo più che crescere pare aver fatto il percorso opposto, risultando la vera “pecora nera” del gruppo bianconero in questo positivo inizio stagione.

Dalle brutte prestazioni in serie alla cessione il passo è bravo, soprattutto di questi tempi e con la Juventus in condizione di vendere giocatori abbastanza facilmente, vista la situazione di bilancio, appena risanato. In poche parole, se per Krasic arrivasse una buona offerta già a gennaio, allora potrebbe salutare la compagnia. Zenit e Anzhi le destinazioni più probabili.

Per fare arrivare Cerci ci vogliono 12 milioni di euro: e allora Marotta e Paratici stanno già studiando il piano per poter mettere sul piatto la cifra che vuole la Fiorentina.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=0WumK5XKTm4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti