La diva de “La dolce vita” confessa i segreti della sua passione per l’Avvocato: “non esistono più uomini così”

Anita Ekberg e Gianni Agnelli

“Gianni Agnelli era un uomo affascinante e pieno di charme. La moglie? Non l’ho mai conosciuta, per carità, ma una donna che non si occupa dei figli… Io non ne ho voluti, non mi sono mai sentita portata per la maternità, però, se si decide di averne, bisogna occuparsene”. Inizia con queste parole il ricordo dell’Avvocato che Anita Ekberg, intervistata da Chi in occasione del suo 80esimo compleanno, affida al settimanale.

“Era un uomo raro. Bello e intelligente – continua la diva svedese ricoverata in una clinica romana per un intervento al femore – Era discreto e con un senso dell’umorismo fantastico. Sua sorella Susanna era come lui. Più volte ci siamo date appuntamento per pranzare insieme. Ora anche lei non c’è più. Pure il fratello Umberto è scomparso: conoscevo bene anche lui. E Giovannino, il figlio di Umberto? Il ragazzo che avrebbe dovuto diventare l’erede della Fiat? Ne parlavamo l’altro giorno con uno degli avvocati degli Agnelli, che è venuto a trovarmi. Che tragedia! E poi adesso c’è quella guerra tra la figlia di Gianni, Margherita, e i suoi tre figli, avuti da Alain Elkann. Hanno detto che non vogliono più vedere la propria madre… Mi sa che lei è come Marella”. La Ekberg conclude su Gianni Agnelli: “Non ne esistono più oggi di uomini così, ma, se non fosse morto, sarebbe ancora lui il mio uomo ideale!”.

Nel corso dell’intervista la diva de La dolce vita di Federico Fellini, dà anche dei giudizio sugli attori italiani. “Non ho mai legato molto con i colleghi italiani, soprattutto con le colleghe, che hanno sempre la puzza sotto il naso, tutte prese dal loro ego smisurato. Guardi Gina Lollobrigida, basta leggere le sue interviste. Non vedo nessuna di loro. Ho frequentato soltanto Federico Fellini,e Giulietta Masina, che venivano a trovarmi”.

Infine, a una domanda su Alberto Sordi e Vittorio De Sica, con cui aveva lavorato, la Ekberg rivela: “Preferivo decisamente Alberto Sordi. Come attore era bravissimo ed era anche un uomo dolce e pieno di umorismo. Non c’è paragone. De Sica con me è sempre stato piuttosto freddo”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cehuQcY_JPI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti