Lo ha annunciato il presidente della Regione, Raffaele Lombardo. Varata nascita liberi consorzi dei Comuni

Raffaele Lombardo

La giunta regionale ha approvato il ddl che elimina le province in Sicilia. Lo ha annunciato il governatore, Raffaele Lombardo, nel corso di una conferenza stampa che si è appena conclusa. Si prevede il passaggio dalle province ai liberi consorzi dei comuni come previsto dall’articolo 15 dello Statuto regionale.

I consorzi dovranno avere continuità territoriale e da una popolazione di non meno di 250 mila abitanti. Andranno a loro le competenze sui trasporti, famiglia, turismo sport e, soprattutto, la gestione dei servizi idrici e dei rifiuti.

Prevista una assemblea composta da tutti i sindaci, un presidente eletto e una giunta. Funzioni che saranno svolte senza indennità extra. Qanto si risparmia non si sa ancora ama l’assessore regionali agli Enti locali, Caterina Chinnici, presente in conferenza stampa ha assicurat che ci saranno “risparmi notevoli”. Il ddl dovrà passare da Sala d’Ercole ed è difficile prevedere cosa sucederà in Aula e i tempi necessari.

Il governatore ha poi fato il punto sulla situazione politica regionale. Soprattutto sulla richiesta del Terzo polo di un governo politico: “Per governare ci vuole una maggioranza, nulla in contrario ad un governo politico ma ci si deve sedere attorno a un tavolo e se ci convince l’ipotesi potremmo anche pensare ad un governo politico. Ma se mancano i presupposti non si potra’ fare”.

© Riproduzione Riservata

Commenti