Prima udienza: in aula Sabrina, Cosima e Michele si ignorano. Era assente la mamma di Sarah, Concetta

Sabrina Misseri

E’ iniziata a Taranto l’udienza preliminare a porte chiuse per l’omicidio di Sarah Scazzi. Cosima Serrano e la figlia Sabrina, in carcere con l’accusa di essere le responsabili dell’omicidio, sono in aula con Michele Misseri.

I tre non si sono salutati. Presenti anche il fratello di Misseri, Carmine, e il nipote Mimmo Cosma. Assente la mamma di Sarah, Concetta, che rilascerà alcune dichiarazioni a udienza conclusa.
Michele Misseri è giunto in tribunale in auto ed è riuscito a eludere stampa e fotografi passando per l’ingresso solitamente utilizzato dai magistrati. Prima dell’udienza, l’uomo ha confidato al suo legale di essere preoccupato perché da molto tempo non vede sua figlia, Sabrina. Misseri non è mai andato in carcere a trovarla.

Cosima è seduta in prima fila, e non nella gabbia, accanto al suo legale e alla figlia. Indossa una maglietta bianca con fantasia di colore grigio. Sabrina veste invece una maglia blu, ha i capelli sciolti e porta un paio di occhiali da vista.

Michele, suo fratello Carmine e suo nipote Mimmo Cosma, in aula perché accusati di soppressione di cadavere, dal loro posto non riescono a vedere le due donne.

Non è presente, invece, la mamma di Sarah, Concetta. E’ rimasta ad Avetrana e rilascerà alcune dichiarazioni dopo la conclusione dell’udienza preliminare. In aula ci sono i legali della famiglia Scazzi, gli avvocati Walter Biscotti, Nicodemo Gentile e Antonio Cozza.

L’accusa è rappresentata dal procuratore aggiunto Pietro Argentino e dal pubblico ministero Mariano Buccoliero. Oggi il gup Pompeo Carriere ha calendarizzato le sedute dell’udienza.

In seguito alla presentazione di diverse eccezioni preliminari, l’udienza davanti al Gup Pompeo Carriere è stata poi sospesa per consentire al giudice di riunirsi in camera di consiglio.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wHtfvAtoJQ0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti