Risultato da 2,73 miliardi di dollari e un giro d’affari da 7,51 miliardi nelle casse del più grande motore di ricerca

Google aumenta gli utili

Utile e fatturato di Google hanno battuto le attese degli analisti nel III trimestre dell’anno grazie a un aumento delle spese per la pubblicità online. L’azienda di Mountain View ha riportato un giro d’affari nel trimestre di 7,51 miliardi di dollari, contro 7,23 attesi dagli analisti sentiti da Bloomberg.

L’utile netto è salito a 2,73 miliardi di dollari o 8,33 dollari per azione da 2,17 miliardi nello stesso periodo dello scorso anno. Escluse le voci straordinarie, l’utile di 9,72 dollari per azione è superiore alle attese degli analisti di 8,76 dollari per azione.

Il titolo Google è salito nel mercato after hours, con un balzo del 6 per cento. Nel terzo trimestre Google ha avuto l’82 per cento della spesa in America per pubblicità associata alla ricerca online rispetto all’81 per cento nei due trimestri precedenti. Microsoft, che fornisce pubblicità anche a Yahoo, ha avuto il restante 18 per cento secondo dati della società di ricerca Efficient Frontier. Anche nel mercato della ricerca Google ha guadagnato quote con il 65,3 per cento in settembre rispetto al 64,8 in agosto secondo dati di ComScore. Yahoo è rimasta al secondo posto, con il 15,5 per cento in calo dal 16,3, e Microsoft è rimasta terza con il 14,7.

© Riproduzione Riservata

Commenti