Scherma, a Catania l’atleta di Jesi si conferma iridata per la sesta volta. Anche Aldo Montano è medaglia d’oro

Valentina Vezzali

Valentina Vezzali è di nuovo sulla vetta del mondo della scherma. La 37enne jesina ha conquistato la medaglia d’oro del fioretto nella rassegna iridata in corso a Catania. Sconfitta la rivale e compaesana Elisa Di Francisca, campionessa in carica, che l’aveva battuta pochi mesi fa nella finale europea di Sheffield.

La fuoriclasse della scherma azzurra ha dominato il duello, scappando sul 6-0 e poi gestendo il largo vantaggio fino al 14-7 finale: “E’ stato un anno molto difficile dopo la debacle di Parigi. Ho lavorato moltissimo. Voglio ringraziare la mia famiglia e i miei allenatori – racconta nell’immediato dopo gara -. E come mi ha insegnato il cartone ‘Kung Fu Panda’, la pace interiore è la cosa più importante”.

Impressionante la bacheca di Valentina: sesta medaglia d’oro mondiale individuale, 13esima complessiva. In più i tre ori olimpici consecutivi tra Sidney 2000 e Pechino 2008. Proprio ai Giochi Olimpici in programma a Londra la prossima estate è lecito attendersi la rivincita tra le due fiorettiste più forti del globo.

Non tradisce neppure Aldo Montano ai Mondiali di scherma. Il livornese, oro olimpico ad Atene 2004, ha conquistato il suo primo oro Mondiale nella sciabola superando in finale il tedesco Limbach 15-13. L’Italia sorride anche con Luigi Tarantino che conquista la medaglia di bronzo. A medaglia anche il coreano Gu sconfitto in semifinale da Montano (15-12). “Non ci credo, è una meraviglia”, il commento del vincitore.

In finale Limbach ha preso subito il largo con un break di 3-0 ma non è riuscito ad arginare il prepotente ritorno dell’azzurro: Montano ha piazzato uno strepitoso parziale di 8-1 volando sull’8-4. Il toscano, padrone della situazione sul 14-10, non è riuscito a sfruttare i primi 3 ‘match point’: sul 14-13, finalmente, ha piazzato la stoccata che vale il primo titolo iridato della carriera.

© Riproduzione Riservata

Commenti